Gravidanza: troppo esigenti a tavola?

CoverMedia

12.1.2018 - 16:10

Covermedia

Le donne incinte che «fanno storie» per il cibo possono trasmettere queste abitudini ai loro bambini.

Se vogliamo che nostro figlio mangi le verdure senza problemi, scegliamo una dieta sana e variegata durante i nove mesi di dolce attesa. Secondo una nuova ricerca condotta presso l’Università di Buffalo, USA, essere troppo esigenti nell’ambito dell’alimentazione può difatti causare ai bambini di diventare altrettanto selettivi da grandi. E in particolare, di rifiutare le verdure e i cibi più sani.

Il team di ricerca ha analizzato oltre 40 studi sullo sviluppo del gusto dei bambini verso una varietà di alimenti, in particolare quelli salutari come la frutta e la verdura.

«I sapori della dieta della mamma raggiungono il feto nell’utero», ha spiegato la leader della ricerca Stephanie Anzman-Frasca, del Dipartimento di pediatria dell’università. «Dunque se lei consuma cibi sani, anche il bambino esplora questi sapori e si abitua ad essi».

Inoltre, i neonati che vengono allattati naturalmente continuano questo genere di esplorazione positiva. L’esposizione al cibo aiuta i bimbi a familiarizzare con i sapori e spiana la strada per la loro accettazione in futuro, quando il cibo diventerà solido.

«Sono stati effettuati tanti studi sui bambini in età prescolare, a cui non piacevano i peperoni, per esempio, ma dopo 5 o 6 volte in cui questi alimenti venivano loro offerti ripetutamente, i bambini hanno iniziato a gustarli con piacere».

«In generale», continua la dottoressa Anzman-Frasca, «sulla base di tutti gli studi che abbiamo analizzato, la nostra più forte raccomandazione per i genitori o per chi si prende cura dei bambini, è di non arrendersi e continuare a proporre i cibi salutari che i piccoli inizialmente possono rifiutare».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Obesity Reviews.

Tornare alla home page

CoverMedia