I clienti Swisscom risparmiano fino al 50% quando navigano all’estero

Swisscom

14.3.2018

Vuoi pubblicare le foto delle tue vacanze da Sydney? Nessun problema. Con Swisscom, navigare al di fuori dell'Europa, è diventato ancora più economico.
iStock

Per l’ennesima volta Swisscom riduce in modo considerevole le tariffe di roaming: dal 19 marzo quasi tutti i pacchetti di dati all’estero costeranno dal 20 al 50 per cento in meno. Ad esempio il prezzo da pagare per un pacchetto da 1 GB destinato all’area UE ammonterà d’ora in poi a soli CHF 19.90.

Lo stesso pacchetto da 1 GB per gli USA e per ampie parti di Sudamerica, Africa, Australia e Asia sarà ora disponibile a soli CHF 29.90, ovvero costerà il 40 per cento in meno. Le tariffe calano anche per le mete di viaggio quali Bahamas, Mauritius e Repubblica Dominicana. 

«Proprio al di fuori dell’Europa siamo nel frattempo diventati nettamente più convenienti della maggior parte degli altri operatori di telefonia mobile», spiega Jérôme Wingeier, Responsabile Roaming. E aggiunge: «I nostri abbonamenti inOne mobile prevedono comunque un credito dati utilizzabile in tutto il mondo. Pertanto, la maggioranza dei clienti non paga più separatamente se naviga all’estero. L’80 per cento dell’intero volume di dati dei nostri clienti all’estero è già incluso». Nel complesso Swisscom riduce le tariffe di roaming in 197 Paesi e destinazioni.

Panoramica dei pacchetti di dati per il roaming dal 19 marzo 2018.
Swisscom

In seno all’UE i pacchetti di dati vengono ancora prenotati principalmente da clienti con un impiego superiore alla media, abbonamenti convenienti senza volumi inclusi (ad es. inOne mobile light) o prepaid. Prenotando un pacchetto da 3 GB, 1 GB costa solo CHF 16.63. Anche per gli utenti parsimoniosi i prezzi calano in modo considerevole: dal 19 marzo un pacchetto da 200 MB, pure valido per 30 giorni, costerà CHF 7.90 (-20%).

Forte aumento dell'utilizzo all'estero

«Queste riduzioni di prezzo si sono rese possibili grazie alle intense trattative con i nostri partner all’estero», spiega Jérôme Wingeier. Tuttavia, dal punto di vista degli acquisti, l’impiego di una rete mobile di terzi continua a rappresentare un elevato fattore di costo: ogni megabyte di navigazione viene fatturato anche a Swisscom. E suddetto impiego non accenna ad arrestarsi, perché anche all’estero lo smartphone viene sempre più utilizzato per navigare in internet, controllare le notizie e inviare le foto delle vacanze. L’utilizzo dei dati al di fuori dei confini svizzeri è così aumentato di oltre il 70 per cento rispetto all’anno precedente. «Alla luce di questa tendenza sono lieto del fatto che disponiamo di quasi 700 reti partner in tutto il mondo e possiamo offrire la copertura di rete 4G/LTE, di ultima generazione, già in 110 Paesi. I nostri clienti apprezzano la miglior rete, anche all’estero.»
Tutti gli adeguamenti valgono sia per i clienti privati che per quelli commerciali di Swisscom.

Per ulteriori informazioni visitate il sito.

Avvertenza: Bluewin è un marchio del gruppo Swisscom AG (Svizzera). La redazione di Bluewin propone a intervalli regolari informazioni sui nuovi prodotti e servizi offerti da Swisscom.

Tornare alla home page