Insonnia: metà delle donne in menopausa ne soffre

CoverMedia

1.12.2017 - 12:27

Woman yawning. When: 23 Nov 2012 When: 23 Nov 2012 **Only for use by WENN CPS**
Covermedia

(Cover) - IT Fitness & Wellbeing - Quando una donna raggiunge la delicata fase della menopausa i cambiamenti del suo corpo possono affliggere anche i pattern del sonno. Secondo una nuova ricerca condotta dall’istituto americano U.S. Centers for Disease Control and Prevention, circa la metà delle donne non riesce a dormire un minimo di sette ore a notte, problema che può portare allo sviluppo di condizioni di salute anche gravi, come il diabete e le malattie cardiovascolari, gli ictus e gli infarti.

Secondo i risultati della ricerca, il 56% delle donne che attraversa questo cambiamento ormonale dorme poco e male, mentre quelle nella fase precedente o successiva alla menopausa non sono altrettanto colpite dal problema.

Un’altra recente ricerca effettuata presso l’università di Oxford, nel Regno Unito, evidenzia i rischi di un deficit di riposo: depressione, paranoia, ansia, incubi. Gli scienziati hanno monitorato un gruppo di 3.890 persone che dormivano poche ore a notte, decretando che la mancanza di sonno è la causa dei problemi mentali e non il contrario.

«I problemi legati al sonno sono molto comuni negli individui che soffrono di disturbi psicologici, ma per troppo tempo l’insonnia è stata erroneamente considerata come un sintomo, e non come una delle cause di queste difficoltà psicologiche», ha dichiarato l’autore dello studio Daniel Freeman.

«Il nostro studio ribalta questa convinzione, indicando che è l’insonnia a contribuire allo sviluppo di problemi mentale».

Gli esperti dicono che per il cosiddetto «beauty sleep», ovvero una notte di sonno ideale, dovremmo dormire otto ore.

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia