Digitale & Lifestyle

Jeremy Scott ricorda l'orribile bullismo infantile

CoverMedia

31.10.2018 - 13:11

Source: Covermedia

Designer Jeremy Scott turned his pain into something constructive when he became an adult.

Jeremy Scott ha subito innumerevoli atti di bullismo.

Il designer dal tocco flamboyant è nato e cresciuto a Kansas City, Missouri, sviluppando fin da subito uno spiccato gusto per la moda e la creatività.

Tuttavia, all’epoca le sue scelte controtendenza e la sua peculiare visione dello stile non hanno riscontrato nessun successo, scatenando anzi spietati atti di bullismo da parte dei suoi compagni di scuola.

«Oggi mi sento bene e in salute, ma sono stato tormentato dalle elementari e dalle superiori», ha condiviso Jeremy Scott durante una chiacchierata con il Gay Times.

«Non c'è stato un giorno in cui qualcuno non mi abbia insultato, spinto o minacciato. Succedeva tutti i giorni. I primi due anni di scuola sono stati davvero orribili».

Ricorda di essere stato regolarmente inseguito nei corridoi della scuola da skinheads che minacciavano di ucciderlo, così come non piaceva nemmeno alla squadra di football del liceo e ai suoi compagni di classe.

Ora che ha 43 anni, lo stilista è riuscito ad archiviare la sofferenza e superare il tormento spiegando che, ad un certo punto della sua carriera, ha usato i terribili ricordi del passato per veicolare la propria creatività.

«È stato intenso, ma credo che tutte le esperienze maturate in qualche modo ti danno anche forza e il coraggio per affrontare le sfide della vita», afferma Scott.

«Non sto augurando quello che ho passato a nessuno, cerco solo il rovescio della medaglia».

Tornare alla home page

CoverMedia