Mangiare noci riduce il rischio di infarti e ictus

CoverMedia

9.9.2019 - 16:09

Various sorts of nuts When: 05 Sep 2016 Credit: Achim Sass/Westend61/Cover Images
Source: Achim Sass/Westend61/Cover Image

Consumare noci e noccioline almeno due volte a settimana aiuta a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari.

Non è una novità: le noccioline fanno bene.

In passato la scienza ha messo in evidenza i benefici per il cuore, per il cervello e contro le varie infiammazioni.

Ora, da un recente studio eseguito in Iran, è emerso che la frutta secca aiuta a prevenire infarto e ictus.

«Le noci sono una buona fonte di grassi insaturi e contengono pochi grassi saturi. Hanno anche proteine, sali minerali, vitamine, fibre, fitosteroli e polifenoli che fanno bene al cuore», ha spiegato l’autore dell’ultima ricerca in materia, il dottor Noushin Mohammadifard.

Gli studiosi hanno tenuto sotto controllo per circa 12 anni ben 5400 adulti, di età pari o superiore ai 35 anni.

Ne emerso che chi ha consumato con frequenza frutta secca ha avuto il 17% in meno di possibilità di avere un ictus o un infarto.

Il dottor Mohammadifard consiglia, in base ai risultati emersi, di consumare sempre noci fresche, perché i grassi insaturi possono ossidarsi in noci stantie, rendendole dannose.

Tornare alla home page

CoverMedia