Massaggi post-lockdown: come si farà?

CoverMedia

6.8.2020 - 08:31

Massage in a spa of hotel Anantara Si Kao Resort & Spa, south of Krabi, Thailand. 
Source: Sergi Reboredo/VWPics/Cover Imag

L’esperta Beata Aleksandrowicz ci parla delle novità nella nostra tecnica di rilassamento preferita.

Le misure di sicurezza dovute al Covid-19 si stanno gradualmente allentando in tutto il mondo, ma il virus resta in agguato.

Ma se da una parte siamo riuscite a prenotare il nostro primo appuntamento dal parrucchiere, e tante di noi hanno pure rifatto le unghie, i trattamenti che prevedono un contatto più ravvicinato, come i massaggi, restano in dubbio.

Ce ne parla l’esperta in materia Beata Aleksandrowicz.

«Le SPA sono da sempre degli ambienti molto puliti, anche prima del Covid, con protocolli di igiene molto elevati», ha spiegato la specialista a Cover Media. «Questo aumenterà ancora di più non appena i centri riapriranno i battenti, dopo il lockdown».

Una volta arrivati al centro, da clienti troveremo un reparto per disinfettare le mani, poi toglieremo le scarpe e ci verranno fornite delle pantofole per entrare nella SPA.

«Prima del trattamento, se le dimensioni del centro lo permettono, faremo una doccia pre-trattamento ed igienizzeremo le mani ancora una volta prima di cominciare», continua la pro. «La nostra terapista ci spiegherà come funziona e anche lei laverà le mani con cura prima di iniziare (come già accadeva normalmente, ma magari non lo abbiamo mai notato)».

Gli accessori da indossare durante il trattamento sono ovviamente la mascherina e i guanti monouso, ma anche grembiule, cover di protezione per le calzature ed occhiali.

È possibile che alcuni centri verranno dotati di gadget per effettuare il test del coronavirus ai loro clienti.

«La richiesta di massaggi, soprattutto nelle SPA, è enorme», continua l’esperta. «La gente desidera questo tipo di contatto profondo. Il potere dei massaggi è davvero forte».

Tornare alla home page

CoverMedia