Mezza età: un giorno libero… dall’alcol

CoverMedia

17.9.2018 - 16:09

Source: Covermedia

Secondo una nuova statistica, le persone dai 45 ai 65 anni superano le 14 unità alcoliche settimanali raccomandate.

Una nuova campagna chiamata Drink Free Days propone a tutte le persone di mezza età di prendere un break dall’alcol. Secondo un nuovo studio effettuato dall’ente sanitario della Gran Bretagna Public Health England, in collaborazione con l’associazione non-profit Drinkaware, queste persone corrono un rischio più elevato di sviluppare un problema di salute a causa di questa abitudine, solo apparentemente «innocua». Ipertensione (pressione alta), obesità e tumori sono tra le principali preoccupazioni degli esperti.

«Prendere un giorno libero dall’alcol offre al nostro organismo la possibilità di purificarsi, dando un po' di riposo al fegato», ha spiegato la dottoressa Julia Verne, della PHE.

«Alcune persone ci hanno riferito che l’idea di un “giorno libero” dall’alcol è più facile da gestire rispetto all’idea di ridurre il consumo da – diciamo – un bicchiere di vino grande a un bicchiere di vino piccolo».

Il team ha condotto anche un sondaggio via YouGov, interpellando 9mila adulti inglesi di un’età compresa tra i 18 e gli 85 anni. Risulta che uno su 5 beve più delle unità alcoliche raccomandate dalle guide linee (14 alla settimana) mentre due terzi considera una riduzione nel consumo di alcolici più difficile del tentativo di perdere peso, smettere di fumare o fare più esercizi.

La dottoressa precisa inoltre che le persone di mezza età hanno un approccio differente all’alcol rispetto alle generazioni più giovani, che tendono a bere in «dosi» più piccole.

«Gli individui di mezza età non bevono per ubriacarsi», continua. «Per loro è un’attività sociale, una ricompensa o una compensazione alla fine di una lunga e faticosa giornata di lavoro. È diventata un’abitudine, parte delle loro vite. Ma più si beve, più aumenta il rischio di ipertensione, malattie del cuore, malattie del fegato, e cancro. Alla fine è più probabile che si riduca il consumo d’alcol se l’approccio è quello di prendere dei giorni liberi».

In una recente ricerca pubblicata nella rivista scientifica Lancet, gli scienziati assicurano che non esiste un livello «sicuro» nel consumo d’alcol.

Le 14 unità settimanali raccomandate equivalgono a: 14 misure di superalcolici (vol 37.5%); 7 pinte di birra dalla gradazione alcolica media (4%); 9 bicchieri di vino da 125ml o 7 bicchieri da 175ml o 4 bicchieri da 250ml (vol 12%).

Tornare alla home page

CoverMedia