La salute degli occhi

Ecco alcuni consigli per chi usa lo smartphone

Covermedia

30.9.2022 - 16:31

Se gli occhi iniziano a sentirsi secchi, bruciano o si irritano, è possibile che si soffra di affaticamento oculare.

Covermedia

30.9.2022 - 16:31

La maggior parte di noi tiene troppe ore gli occhi incollati allo schermo. Tuttavia, quando gli occhi iniziano a sentirsi secchi, bruciano e sono irritati, potreste soffrire di affaticamento oculare.

Per questo, in occasione della Settimana Nazionale della Salute degli Occhi, che si svolge dal 19 al 25 settembre, Tina Patel, ottico di Feel Good Contacts, ha offerto alcuni consigli utili per mantenere gli occhi sani quando si abusa dei dispositivi elettronici.

Sbattere di più le palpebre

Fissare lo schermo di uno smartphone per lunghi periodi di tempo può causare secchezza e irritazione agli occhi. Questo comporta un disagio che, se non curato, può portare a gravi problemi.

«Ogni volta che si sbattono le palpebre, gli occhi vengono riforniti dell’umidità, di cui hanno bisogno durante la giornata per funzionare al meglio. Per evitare la secchezza oculare, ricordatevi di sbattere regolarmente le palpebre quando usate lo smartphone, indipendentemente da quanto sia interessante l’attività», ha consigliato la dottoressa. «Se gli occhi si seccano, può essere utile avere a portata di mano un collirio, che aiuta ad aumentare l’idratazione».

Utilizzare caratteri più grandi

L'affaticamento degli occhi dovuto all'uso dello smartphone può verificarsi quando si strizzano gli occhi per leggere caratteri minuscoli. Gli schermi degli smartphone sono molto più piccoli di quelli dei normali computer portatili o dei PC, il che significa che leggere testi lunghi può essere più difficile.

«Aumentando la dimensione dei caratteri sullo smartphone, la lettura sarà più facile», ha osservato Tina. «Questo può essere fatto nella scheda Impostazioni; molti telefoni offrono l'opzione per aumentare la dimensione dei caratteri, rendendoli così adatti a chi ha problemi di vista».

Tenere lo schermo all'altezza degli occhi

Tenere lo smartphone all'altezza degli occhi o appena al di sotto è più naturale per gli occhi.

«Questa tecnica riduce la probabilità di affaticare gli occhi. Negli adulti lo smartphone dovrebbe essere tenuto a una distanza di circa 35 cm dagli occhi. Di solito si tratta della lunghezza di un braccio con una leggera flessione del gomito. La distanza aumenta gradualmente con l'avvicinarsi dei 40 anni e la maggior parte delle persone avrà bisogno di occhiali da lettura intorno ai 45 anni».

Fare pause regolari

Come per tutti gli schermi digitali, fare delle pause regolari è importante per mantenere la salute degli occhi.

«Rispettate la regola del 20-20-20: ogni 20 minuti guardate a 20 metri di distanza per almeno 20 secondi», ha condiviso l'autrice.

Eseguire test oculistici

Che si utilizzi lo smartphone regolarmente o meno, è importante sottoporsi a regolari controlli oculistici. Ogni due anni è una buona indicazione.

«L’ottico controllerà la salute dei vostri occhi e vi consiglierà se avete bisogno di occhiali da vista», ha spiegato Tina. «Tenete presente che potrebbe essere necessario recarsi dall'ottico con maggiore regolarità in caso di problemi di vista, condizioni mediche come il diabete o su indicazione dell’ottico».

Covermedia