Lifestyle

Pelle sensibile: come proteggerla in primavera e in estate

Covermedia

21.4.2021 - 08:35

Pelle sensibile: come proteggerla in primavera e in estate

Con le stagioni che cambiano, è necessario che manteniamo aggiornata anche la nostra routine di bellezza.

Covermedia

21.4.2021 - 08:35

Se abbiamo la pelle particolarmente sensibile, il cambio di stagione può essere problematico. Penny Hamilton, esperta del brand di sali da bagno Westlab Salts, ci spiega come mantenere sempre al top la salute della pelle del viso e del corpo, in particolare durante la primavera e l’estate.

Trigger esterni

Polline, cloro, antizanzare e crema solare possono essere acerrimi nemici della nostra pelle. Scegliere prodotti di qualità è cruciale per combattere questi problemi. Penny consiglia i brand Aveeno e La Roche-Posay, che offrono un fattore solare alto in una formula super delicata, perfetta per le pelli sensibili. Per quanto riguarda gli spray contro gli insetti, cerchiamo di spruzzare sui vestiti, piuttosto che direttamente sulla pelle. Sono ampiamente disponibili in commercio prodotti appositi per gli indumenti.

Meno docce!

Se la nostra pelle è ultra-delicata, fare la doccia troppo frequentemente non può che peggiorare le sue condizioni e causare irritazioni. Manteniamo alta la barriera protettiva della pelle evitando di esporla ad un getto d’acqua calda troppo frequente, ed usiamo prodotti naturali, come il sapone di Westlab Dead Sea, delicatissimo sulle pelli sensibili, ideale anche per i bambini. In alternativa proviamo REN Evercalm.

Calore

Se le temperature più alte del solito causano sfoghi ed eruzioni cutanee come la rosacea, evitiamo il più possibile le fonti di calore. Se lavoriamo o viviamo in un ambiente dove è presente riscaldamento e aria condizionata, investiamo in qualche pianta da appartamento, ottime per ripristinare il livello di ossigeno e catturare l’umidità.

Per ristorare la temperatura corporea ed alleviare rossori e irritazioni della pelle, Penny consiglia di fare un bagno a temperatura ambiente alla fine della giornata, possibilmente con i sali benefici del mar Morto Dead Sea Salts, del marchio Westlab.

E infine ricordiamo, come sempre, di bere tanta acqua durante la giornata.

Covermedia