Persone obese: il rischio di contrarre il Covid sale del 70%

Covermedia

16.2.2021 - 16:06

Persone obese: il rischio di contrarre il Covid sale del 70%

Cosa significa essere gravemente in sovrappeso durante l’attuale pandemia del coronavirus.

Gli individui che soffrono di obesità o grave sovrappeso sono significativamente più esposti al rischio di contrarre il Covid-19.

Di recente, la cover della rivista Cosmopolitan – rappresentante una donna obesa in posa in una posizione yoga con sotto la scritta «Questo è salutare» – ha fatto rabbrividire i medici e gli esperti di salute.

Un messaggio sbagliato, a loro avviso, che deve essere doverosamente smentito, soprattutto in una situazione di crisi globale come quella che l’umanità sta attraversando in questo momento.

«Non c'è nulla da celebrare nell’obesità durante una pandemia, dato che si ha il 70% in più della probabilità di contrarre il virus», ha dichiarato Piers Morgan di Good Morning Britain, accompagnato dal dottore della tv Hilary Jones. «E allora perché la stiamo celebrando?».

Jones commenta: «Non è salutare. Quando siamo in sovrappeso siamo più esposti al rischio di sviluppare la sindrome metabolica, soffrire di pressione alta, avere un livello di colesterolo alto, e anche ictus e infarti. Più anni passiamo in una condizione di obesità, più corta sarà la nostra vita».

Lontano dall’essere un caso di body-shaming, il messaggio mira a migliorare il livello di salute e benessere delle persone che attualmente soffrono di questa grave condizione.

«L’obesità è legata ad una lunga lista di altri problemi di salute e malattie, dal cancro alle malattie del cuore agli ictus», ha dichiarato dottor Max Pemberton per il Mail Online. «Sono sicuro che queste parole non fanno piacere ai pazienti che sono sovrappeso, ma ciò non rende i fatti meno veri, ed io e gli altri dottori abbiamo il dovere di dirlo».

Tornare alla home page