Per saperne di più Quali sono i sintomi di uno squilibrio ormonale?

Covermedia

1.12.2023 - 16:00

Gli squilibri ormonali possono essere causati da diversi fattori, tra cui condizioni mediche che coinvolgono o influenzano il sistema endocrino o le ghiandole.

Covermedia

1.12.2023 - 16:00

Uno squilibrio ormonale può causare una serie di sintomi, come stanchezza, stress e sbalzi d'umore.

Diversi fattori possono causare squilibri ormonali, tra cui farmaci ormonali, stress o condizioni mediche che coinvolgono o influenzano il sistema endocrino o le ghiandole.

In un estratto del suo libro «It’s Not You, It's Your Hormones – The Essential Guide for Women Over 40 to Fight Fat, Fatigue and Hormone Havoc», l'esperta Nicki Williams rivela alcuni dei sintomi più comuni.

Aumento di peso

Lo squilibrio ormonale può spesso provocare un aumento di peso, anche se non è cambiato nulla nella vostra routine.

«Avete un grasso ostinato che si è insinuato negli anni, o una ruota di scorta che è impossibile da spostare, indipendentemente dalla dieta o dall'esercizio fisico. Siete aumentati di una o due taglie e vi sentite frustrati perché non riuscite più a indossare gli splendidi abiti di una volta», spiega la fondatrice di Happy Hormones for Life. «Il vostro metabolismo sta rallentando, ma avete sempre fame! Avete provato l'approccio «mangia meno, muoviti di più», ma vi rende infelici. E siete ancora in sovrappeso. È ora di riordinare i vostri ormoni!».

Sempre stanchi

La stanchezza è uno dei sintomi più comuni degli squilibri ormonali.

«Non si ha più l'energia di una volta. È difficile affrontare la giornata senza sentirsi assonnati o fiacchi (soprattutto a metà pomeriggio e in tarda serata)», afferma la nutrizionista. «Si pensa che sia solo quello che succede quando si invecchia e che, dopotutto, si ha una vita molto impegnata. Ma non è normale essere sempre stanchi. Riequilibrate i vostri ormoni e ritroverete la vostra energia».

Stressati

Se vi sentite più stressate del solito, la causa potrebbe essere uno squilibrio ormonale.

«Siete sempre di corsa da una cosa all'altra, vi destreggiate tra molte responsabilità contemporaneamente e vi sentite sopraffatte per la maggior parte del tempo. Il «tempo per me» non è neanche lontanamente presente nella lista delle cose da fare, tanto meno nella lista», dice Nicki. «Non si dorme bene, ci si irrita facilmente, ci si sente nervosi, stanchi e si riesce a tenere duro. Probabilmente vi sentite in colpa a rilassarvi o a cercare di rallentare, ma non riuscite a staccare. Se vi sentite come se foste su una ruota del criceto senza fine, dovete iniziare a prendervi cura dei vostri ormoni».

Sbalzi d'umore

«Può capitare di avere sbalzi d'umore quando si era più giovani, ma al giorno d'oggi sono più estremi», suggerisce l'esperta di salute femminile e ormoni. «Avete molte più giornate negative in cui vi manca la motivazione e lo slancio. Avete poca pazienza e spesso vi arrabbiate con le persone più vicine. Non si tratta di voi, ma dei vostri ormoni».

Perdita di memoria o nebbia cerebrale

Se avete problemi di memoria e concentrazione, potrebbe essere un segno di squilibrio ormonale.

«Non riuscite più a concentrarvi a lungo, avete difficoltà a risolvere i problemi e a prendere decisioni importanti. Si entra in una stanza e si dimentica quello che si voleva», illustra la dottoressa.

Sindrome premestruale e caos mestruale

Un altro sintomo comune degli squilibri ormonali sono le mestruazioni irregolari o poco frequenti.

«Pensavate che la sindrome premestruale fosse finita, ora che vi state avviando verso la menopausa, ma sembra che la situazione sia peggiorata!», dice Nicki. «Le mestruazioni sono troppo pesanti (o troppo leggere), troppo frequenti (o poco frequenti) e potreste avere i sintomi della sindrome premestruale per la maggior parte del mese. È ovvio che si tratta di un problema ormonale, ma forse non capisci perché sta peggiorando così tanto».

Covermedia