Routine di bellezza = routine di fitness

CoverMedia

8.10.2020 - 08:31

Two focused young women running listening to music When: 13 Feb 2018 Credit: Josep Suria/Westend61/Cover Images
Source: Josep Suria/Westend61/Cover Imag

La salute della nostra pelle dipende anche dal tipo di attività fisica che svolgiamo.

È probabile che la maggior parte di noi non ci abbia mai pensato, però la nostra routine di fitness incide tantissimo sulla salute e sulla bellezza della nostra pelle.

In particolare in questa epoca di Covid, in tanti abbiamo lasciato l’ambiente ristretto delle palestre ed optato per un training all’aperto: i pro sono tanti, ma ci sono anche diversi contro da considerare. In primis l’inquinamento, le intemperie e i dannosi raggi UV.

Per questo gli esperti consigliano di non uscire mai senza prima aver applicato una crema solare, soprattutto se abbiamo la pelle sensibile. Scegliamo una crema che funga da barriera sia contro i raggi UVA che UVB, per esempio SVR Cicavit+ Crème SPF 50+.

Specialmente formulata per l’universo maschile è la crema di BEYL Clima-Adaptive Anti-Pollution, che protegge la pelle dallo «stress urbano» in diverse condizioni metereologiche: freddo, caldo, secco o umido.

Per prevenire le impurità causate dai pori occlusi dopo una sudata, laviamo sempre la faccia con un buon detergente come il Decree Deep Cleanse.

«È un sapone cremoso, argilloso, arricchito con gli acidi della frutta, acido lattico e acido salicilico, bentonite e caolino, zinco e zolfo, per rimuovere l’olio in eccesso e esfoliare i pori in profondità», dice la dottoressa Anita Sturnham, creatrice del brand Decree.

E dopo il workout, se la nostra pelle ha bisogno di una carica di idratazione extra, applichiamo una formula intensa, che contenga ingredienti forti come il cartamo, i semi di albicocca e lo squalene.

Tornare alla home page

CoverMedia