Estate

I migliori consigli per proteggere la tua pelle dal sole

Covermedia

20.5.2022 - 16:10

La dottoressa Anjali Mahto ha condiviso i suoi migliori consigli per prendersi cura della carnagione e ridurre il rischio di cancro alla pelle.

Covermedia

20.5.2022 - 16:10

Quando si esce all'aperto nelle calde giornate estive, applicare la protezione solare e indossare un cappello diventa un must.

Ma non è solo quando il sole splende che dobbiamo proteggere la nostra pelle. In occasione della Sun Awareness Week, la dermatologa consulente e autrice di «The Skincare Bible», la dott.ssa Anjali Mahto, ha offerto i suoi migliori consigli per capire come prendersi cura della nostra carnagione, e ridurre il rischio di cancro della pelle durante tutto l’anno.

Scopri come coprirti

Cappelli e strati di tessuto sono un metodo efficace per ridurre il rischio di cancro della pelle. Ciò è particolarmente importante se si hanno fattori di rischio intrinseco: come la pelle chiara, una recidiva familiare o molti nei.

«Questa rimane la tua opzione primaria per proteggerti dal sole», afferma Anjali Mahto. «Dovrebbe essere il rimedio a cui pensare in una giornata calda e soleggiata, durante una vacanza tropicale o anche quando si pratica sport all'aria aperta. Abbigliamento, cappelli e occhiali da sole hanno tutti un ruolo da svolgere».

Riparo

Cerca di stare lontano dal sole durante le ore di punta del giorno, quando è più probabile che il sole causi bruciature.

«Questo di solito accade tra le 11:00 e le 15:00. In questi orari cercate l'ombra», ha osservato la dottoressa Mahto.

Scegli una protezione solare di qualità

Cerca una crema solare ad ampio spettro che offra protezione dai raggi UVA e UVB del sole.

«Bisogna partire da un minimo di SPF 15-30. I filtri solari possono essere di due tipi: minerali e chimici. I filtri solari chimici devono essere applicati almeno venti minuti prima di uscire all'aperto; i filtri solari minerali contengono zinco e titanio, e funzionano appena applicati – spiega l'esperto -. I filtri solari devono essere riapplicati ogni novanta minuti per ottenere il fattore di protezione dichiarato sulla bottiglia e la maggior parte di noi è colpevole di non riapplicarlo con la frequenza necessaria. Ricordati anche di riapplicare la lozione dopo aver nuotato e sudato».

Riapplica spesso la crema solare

La maggior parte di noi, inoltre, non usa la quantità corretta di crema solare affinché sia efficace.

«La crema solare va utilizzata su tutte le zone non coperte da indumenti. Circa un tappo pieno (o 35 ml) dovrebbe essere adatto per un adulto di taglia media. Una regola approssimativa, è di circa un cucchiaino per zona del corpo: un cucchiaino per il viso, la testa e il collo, uno per ogni braccio, uno per ogni gamba, uno per il petto e l'addome e uno per la schiena e la parte posteriore di il collo. Non dimenticare le orecchie e la punta dei piedi: queste sono zone che molti omettono».

Indossa la protezione solare anche nelle giornate nuvolose

Anche se nelle giornate nuvolose il sole può non sembrare così forte, è ancora lì e la pelle può essere esposta.

«Dato che molti tumori della pelle si sviluppano a causa dell'esposizione cumulativa ai raggi UV, vale la pena prendere l'abitudine di indossare quotidianamente la protezione solare sulle zone esposte. Per chi ha dubbi, è bene sapere che la crema solare avrà anche benefici per la pelle da un punto di vista anti-età», ha concluso la dott.ssa Mahto.

Covermedia