Tofu: un toccasana per il cuore

CoverMedia

7.4.2020 - 16:09

Turmeric curry dish with carrot, tofu, red cabbage and parsley in bowl When: 30 Jan 2018 Credit: Larissa Veronesi/Westend61/Cover Images
Source: Larissa Veronesi/Westend61/Cover

Preveniamo le malattie cardiovascolari con questo alimento vegetale carico di isoflavoni.

Ottime notizie per gli amanti del tofu. E anche per chi non ne va matto, è tempo di dare un'altra chance a questo cibo super benefico, proveniente dalla soia.

Secondo una nuova ricerca effettuata presso la Medical School di Harvard, le persone che consumano regolarmente il tofu corrono il 18% in meno del rischio di sviluppare una malattia del cuore, rispetto al 12% per coloro che non lo implementano nelle loro pietanze.

Il tofu, così come l’edamame (i deliziosi fagioli di soia dal verde vivace) e le «fave» di soia secche, contengono isoflavoni, cioè composti chimici naturali appartenenti alla più ampia classe di flavonoidi.

In Paesi come la Cina e il Giappone, dove il consumo di tofu è nettamente maggiore che da noi, anche il rischio di malattie del cuore è drasticamente ridotto.

«Gli studi effettuati sull’uomo e sugli animali, relativi agli isoflavoni, il tofu, e i marcatori del rischio di malattie cardiovascolari indicano effetti molto positivi, dunque le persone con un elevato rischio di sviluppare problemi di natura cardiovascolare dovrebbero riconsiderare le loro diete», ha dichiarato dottor Qi Sun, leader dello studio. «Il tofu e gli altri alimenti di origine vegetale ricchi di isoflavoni sono anche ottime fonti di proteine, alternative perfette alle proteine animali».

Le proprietà del tofu sono lodevoli anche per le donne nella fase della menopausa, e anche per quelle più giovani che non assumono pillole ed ormoni.

Ovviamente ad una sana pietanza a base di tofu, deve seguire un’alimentazione altrettanto corretta e salutare.

«Nonostante questi risultati, non credo che il tofu ci dia la bacchetta magica», continua l’esperto. «Anche il resto dell’alimentazione è cruciale e va considerata con cura. Il tofu può decisamente essere uno dei suoi componenti salutari».

Oltre alla soia, anche i ceci, le fave, i pistacchi, le arachidi, le noci e altra frutta secca sono ottime fonti di isoflavoni.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Circulation.

Tornare alla home page

CoverMedia