Svizzera

«Non esistono orsi problematici, sono le persone il problema»

Silvana Guanziroli

26.10.2018

M13 è migrato dall'Italia all'Engadina nel 2013. L'animale sin dall'inizio non si è mostrato timido, ed è diventato un orso problematico. È stato abbattuto da un cacciatore.
M13 è migrato dall'Italia all'Engadina nel 2013. L'animale sin dall'inizio non si è mostrato timido, ed è diventato un orso problematico. È stato abbattuto da un cacciatore.
Keystone

Un orso si è trasferito nella regione del San Gottardo, con grande disappunto da parte degli allevatori. David Bittner, esperto di questi animali, pensa però che i problemi arrivino in realtà dagli uomini.

Gli allevatori del Canton Uri sono sfiniti. Secondo loro, un orso ha attaccato cinque pecore l'11 agosto nel Göscheneralp. Ne ha uccise due e ferite altre tre in modo talmente grave che le si è dovute abbattere il giorno dopo.

Per provare quato affermano, hanno installato una macchina fotografica nascosta. E in effetti, alcuni giorni dopo, l'orso si è avvicinato di nuovo al gregge. Da quel momento la questione è stata affrontata dalle autorità del Cantone.

L'esperto di orsi David Bittner sospetta che l'orso in questione sia l'animale identificato con la sigla M29. «Si tratta di un giovane maschio che la scorsa estata ha rappresentato il primo orso a tornare nel Canton Berna da 190 anni, riportando un po' di natura selvatica», ha spiegato a «Bluewin».

Questo orso non identificato è stato fotografato da una fotocamera nascosta nel parco nazionale svizzero. L'immagine è stata scattata il 9 luglio 2017.
Questo orso non identificato è stato fotografato da una fotocamera nascosta nel parco nazionale svizzero. L'immagine è stata scattata il 9 luglio 2017.
Keystone

La Svizzera abbatte gli orsi problematici

Non è la prima volta che un orso causa dei problemi in Svizzera. Nel 2013, un maschio di due anni chiamato M13 si era trasferito nell'Engadina dall'Italia. Fin dall'inizio, l'animale non ha mostrato timidezza verso gli esseri umani, ed è diventato un orso problematico. Dal momento che si era avvicinato più volte a delle zone abitate, nel novembre dello stesso anno è stato ucciso con dei colpi d'arma da fuoco.

Da allora, coloro che in Svizzera si oppongono agli orsi affermano che il Paese è semplicemete troppo piccolo per ospitare dei predatori selvaggi. L'orso del Göscheneralp farà la stessa fine di M13?

Gli allevatori rinuciano a proteggere il bestiame

L'esperto della materia Bittner, però, non vuole sentire  parlare di spazi troppo ristretti: «Malgrado la densità della popolazione nelle aree rurali - osserva - la Svizzera dispone comunque di un habitat naturale, in particolare nelle regioni montagnose, nel quale gli orsi e i lupo possono essere presenti senza problemi. Se lo si vuole, è possibile immaginare una coesistenza, un vivere insieme in modo pacifico».

Bittner critica il comportamento dei contadini: «Non penso che il termine "orsi problematici" o "orsi minacciosi" renda giustizia a questi affascinanti animali selvatici. Siamo noi, gli esseri umani, che fatichiamo ad adattarci a queste creature intelligenti a causa dei nostri cattivi comportamenti. Ad esempio non proteggendo il nostro bestiame».

In Svizzera, circa 300 tra pecore e capre sono state massacrate quest'anno. In particolare ad opera del lupo. L'orso, al contrario, è prevalentemente erbivoro e di solito non viene attratto dalle tracce di carcasse.

Il cosiddetto orso problematico M13 ha mostrato troppa poca timidezza nei confronti degli esseri umani.
Il cosiddetto orso problematico M13 ha mostrato troppa poca timidezza nei confronti degli esseri umani.
Keystone

In caso di contatto con un orso, ecco come è bene comportarsi:

- Fate rumore quando passeggiate: gli orsi evitano gli umani.

- Se incontrate un orso, rimanete calmi. Se l'animale non vi ha visti, ripartite in modo silenzioso.

- Se l'animale vi ha individuati, fermatevi. Alzatevi in piedi e rivolgetevi a lui in modo calmo.

- Evitate i movimenti scattosi e non gridate.

- Non andate mai via correndo! Fate marcia indietro lentamente. Occorre che capisca che non siete un pericolo.

- Se l'orso si avvicina in modo aggressivo, dovete rimanere assolutamente immobili. Evitate di guardarlo negli occhi. 

- Se l'orso vi attacca, sdraiatevi sulla pancia, con le gambe aperte, le braccia sopra testa e collo, e fingetevi morti. L'orso perderà rapidamente interesse e se ne andrà. Si tratta in effetti di un erbivoro.

Perché gli animali dello zoo di Buenos Aires devono soffrire?

Riuscite a scovare gli animali nascosti in queste immagini?

Tornare alla home page