Spettacolo

Aaron Carter accusa di stupro la sorella morta

CoverMedia

20.9.2019 - 09:31

Aaron Carter meets fans outside the Sony building before meeting with his label about his new album

Featuring: Aaron Carter
Where: Manhattan, New York, United States
When: 12 Sep 2017
Credit: TNYF/WENN.com
Aaron Carter meets fans outside the Sony building before meeting with his label about his new album Featuring: Aaron Carter Where: Manhattan, New York, United States When: 12 Sep 2017 Credit: TNYF/WENN.com
Source: TNYF/WENN.com

Il cantante rivela di essere stato abusato sessualmente tra i 10 e i 13 anni dalla sorella Leslie, morta per un’overdose di farmaci nel 2012.

Aaron Carter continua a far parlar di sé con dichiarazioni sempre più sconvolgenti.

Allontanato dai fratelli, Nick e Angel, con un ordine restrittivo, il cantante di I Want Candy ora accusa la sorella scomparsa Leslie di averlo aggredito sessualmente quando era ancora un bambino.

Leslie soffriva di un disturbo bipolare - diagnosticato di recente anche allo stesso Carter -, e l’abuso sarebbe avvenuto durante un periodo in cui la ragazza non assumeva i farmaci.

«Mia sorella Leslie soffriva di un disturbo bipolare e prendeva il litio per trattarlo - ha twittato la popstar -. Non le è mai piaciuto il modo in cui la faceva sentire, ma quando non lo prendeva faceva delle cose che non voleva fare. Avevo 10 anni. Ho trascorso gli ultimi 15 anni della mia vita in terapia per abusi e stupro».

«Mia sorella mi ha stuprato dall’età di 10 anni all’età di 13 anni, quando non assumeva i farmaci».

E ancora: «Sento adesso di essermi ripulito da tutte le mie verità e ora posso concentrarmi solamente sulla mia musica, sulla mia carriera e sul sostenere le vittime di abuso e stupro».

Leslie è scomparsa nel 2012 all’età di 25 anni per un’overdose di farmaci prescritti.

Aaron, la scorsa settimana, ha cancellato tutti i suoi show in programma per curare la schizofrenia, la depressione, l’ansia e i disturbi della personalità.

Nick e Angel hanno invece chiesto e ottenuto un’ordinanza restrittiva contro Aaron, che ha minacciato di uccidere la moglie del cantante dei Backstreet Boys e il bambino che porta in grembo.

«Dopo un’attenta considerazione, oggi io e mia sorella Angel abbiamo chiesto un’ordinanza restrittiva contro nostro fratello Aaron», ha twittato la popstar. «Alla luce dei comportamenti preoccupanti di Aaron e delle sue recenti confessioni, secondo cui sarebbero cresciuti in lui il pensiero e le intenzioni di uccidere mia moglie incinta e il nostro bambino ancora non nato, non abbiamo altra scelta. Adotteremo ogni misura possibile per proteggere noi stessi e la nostra famiglia».

Tornare alla home page

CoverMedia