Alessio Boni: le similitudini con Luca Marinoni de «La Compagnia del Cigno»

Covermedia

18.4.2021 - 13:12

Alessio Boni

L'attore interpreta il severo e temuto direttore di orchestra del conservatorio, di cui dice: «È uguale a me nel non transigere sul lavoro».

Covermedia

18.4.2021 - 13:12

Per molti affezionati il volto di Alessio Boni è ormai indistinguibile da quello di Luca Marinoni, severo professore de «La Compagnia del Cigno».

Dopo una lunga pausa dovuta al lockdown, la fiction targata Rai 1 è tornata in onda l'11 aprile con la seconda stagione diretta da Ivan Cotroneo, di cui Boni è un protagonista essenziale.

«Luca Marinoni? È un direttore d’orchestra e non l’avevo mai fatto prima. Salire sul podio per dirigere ti fa sentire onnipotente. Quando parte la musica suonata dai 60 ragazzi, che sono tutti orchestrali veri, ti vengono i brividi», ammette Alessio Boni a Leggo.

«In più mi ha affascinato il carattere a due facce di Luca: con la moglie è accogliente, dolce, amorevole. Quando si tratta della musica, invece, è intransigente con se stesso e con i ragazzi. Quando sente uno sbaglio, va fuori di testa. Odia la mediocrità e diventa spigoloso, ma dice cose sacrosante, anche se io non creerei mai quell’atmosfera di tensione per ottenere il massimo dagli altri, sono più portato a lavorare in armonia e serenità».

Tuttavia, alcuni aspetti del carattere del musico sono simili a quelli dello stesso attore.

«È uguale a me nel non transigere nel lavoro. Sono un samurai, finché non sviscero tutto non vado in scena, non do niente per scontato e studio il più possibile perché mi dà una base sicura per andare sul set – ammette il 54enne -. Quando sei sereno e preparato, puoi dare mille sfumature al personaggio. Se ti senti in colpa perché non lo hai studiato a fondo, si crea tensione e non sei sciolto».

Covermedia