Oscar 2023

Alice Rohrwacher sulla nomination: «Lo dedico alle bambine cattive»

Covermedia

25.1.2023 - 16:35

Alice Rohrwacher
Alice Rohrwacher

Il cortometraggio «Le Pupille» ha ricevuto la candidatura nella categoria Best Live Action Short.

Covermedia

25.1.2023 - 16:35

È una Alice Rohrwacher emozionata quella che parla dopo l’annuncio della nomination all’Oscar del cortometraggio «Le Pupille», che racconta le vicende e i pensieri delle piccole orfanelle di un collegio nell'avvicinarsi del Natale al cospetto dalla madre superiora Rosalba (Alba Rohrwacher), in tempo di guerra.   

«Chiesto da Cuaron, pensato come una storia di infanzia, Le pupille sono quelle anatomiche dei nostri occhi ma anche un modo per definire le bambine. Mi piaceva questa idea: tutti all'interno dei nostri occhi abbiamo bambine ribelli. Anche quando il corpo è immobile dentro lo sguardo siamo liberi», riporta l’Ansa.

«Lo dedico alle bambine cattive che cattive non sono affatto e che sono in lotta ovunque nel mondo. Auguro che, come nel mio corto Le Pupille, possano rompere la torta e condividerla tra loro. Sono le bambine e le donne in Iran, in Afghanistan ma ovunque, anche in Svezia e in Umbria».

L’attrice si augura che il cast possa accompagnarla a Los Angeles. «Non lo so, lo spero. Sarà come andare in gita scolastica, pensare alle merendine e alla pipì mentre la tensione sale a mille».

L’unica nota amara, che ha sollevato diverse polemiche, resta che sono stati nominati nella categoria regia solo uomini. «I registi non si autonominano ma vengono votati, bisogna riflettere sui film fatti e sul sostegno avuto, è difficile dire come sarebbe potuta andare diversamente, ma sono contenta di rappresentare anche le donne e, scusate la banalità, sarebbe bello ci fosse una presenza maggiore e non solo al cinema ma in tanti campi dell'arte e non solo».

   

Covermedia