Antonia Klugmann: «In cucina sono velocissima»

CoverMedia

15.12.2017 - 13:12

Covermedia

La chef stellata che da quest’anno farà parte della giuria di MasterChef Italia rispetta le stagionalità ed è una fan della gastronomia sostenibile.

Antonia Klugmann è diventata chef per realizzare il proprio sogno.

Abbandonati gli studi di giurisprudenza e in seguito ad un brutto incidente che l’ha messa KO per un lungo periodo, l’esperta di cibo triestina ha ritrovato sé stessa e la realizzazione fra gli orti.

«Ho conosciuto la terra, mi sono fatta amica la fatica. Impari a rispettare la stagionalità, accetti l’idea di sostenibilità. È un’esperienza unica, didattica, tutti nella loro vita dovrebbero prima o poi occuparsi di un orto. Gli “occhi della cuoca” li ho affinati là: significa tradurre qualsiasi stimolo in un’idea valida per la cucina», ha dichiarato Antonia Klugmann a Vanity Fair.

Essere uno chef è un lavoro meticoloso e pesante, dove serve grande intuito e spiccano le qualità dei grandi cuochi come Antonia.

«Sono velocissima. In cucina so fare tutto. Sono triestina, mi riconosco la mentalità aperta e una spiccata versatilità».

Invece l’esperienza fra i fornelli di MasterChef Italia, ha lasciato alla Klugmann sensazioni molto disparate, e non tutte legate alla cucina.

«Rivedermi la prima volta nelle registrazioni è stato un trauma. Era come se mi stessi guardando attraverso lo specchio. La tv appiattisce tutto. Non mi sono piaciuta».

Tornare alla home page

CoverMedia