L'assurda accusa

«Belen è transessuale, ridatemi mia figlia Luna Marì»

Covermedia

13.10.2022 - 13:00

Belen Rodriguez
Belen Rodriguez

La denuncia arriva da Tik Tok dove una donna moldava sostiene che le siano stati rubati gli ovociti dalla showgirl e dall’allora compagno Antonino Spinalbese.

Covermedia

13.10.2022 - 13:00

«Belen non può avere figli, è nata uomo. Mi hanno rubato gli ovociti». Con queste parole Tatiana Sova, donna moldava 29enne, sostiene di essere la madre biologica di Luna Marì, la piccola nata nel 2021 dall’unione della showgirl e Antonino Spinalbese.

L’appello è fioccato su Tik Tok dove Tatiana argomenta il presunto misfatto, accusando i chirurghi plastici dell’Ospedale Borgotrento di Verona. Secondo la donna, durante un’operazione che richiedeva l’anestesia, i medici di cui fa nomi e cognomi, le avrebbero sottratto illegalmente e senza il suo consenso ovociti e gameti.

«Belen è un uomo»

Stando al racconto della moldava, ad appropriarsi dei suoi ovociti sarebbero stati proprio Belen e Antonino per concepire la piccola Luna Marì, poiché Belen Rodriguez è un transessuale. «Belen è un uomo non è nata donna, non ha utero ed ovaie», racconta Sova, il cui nickname su TikTok è @Tatiana922new.

«Luna Marì non assomiglia per niente a Belen. Ha la pelle color porcellana come me, gli stessi occhi di ghiaccio, i capelli biondi, lo stesso modo di guardare. Abbiamo entrambe la stessa macchiolina-neo sulla testa», continua la donna che ora pretende il test del Dna.

«Eravate a conoscenza che usare una madre surrogata e ovociti rubati è un reato. State tenendo illegalmente mia figlia e non me la volete restituire, la sfruttate da quando è nata per lavorare sui social. Lei vi mantiene vi dà visibilità e fama», conclude la Sova.

Covermedia