«Si lamenta sempre»

Boris Becker irrita i suoi compagni di prigione

Klm

17.5.2022

Boris Becker si trova dietro le sbarre da quasi tre settimane. Ma non si è ancora abituato alla sua nuova routine quotidiana, che si dice stia dando fastidio ai vicini di cella.

Klm

17.5.2022

Boris Becker ha condotto una vita che molti possono solo sognare. Ville di lusso, affari milionari, feste esclusive. Si è guadagnato tutto questo con la sua carriera di tennista.

Al momento, però, Becker non ha più nulla da farsi invidiare. La sua quotidianità nel carcere londinese di Wandsworth non ha niente a che vedere con la sua precedente vita da jet set.

Non c'è da stupirsi che l'icona del tennis abbia problemi ad abituarsi alla nuova situazione. Come scrive il «Bild», i compagni di prigionia stanno lentamente esaurendo la pazienza, con Becker. 

La fila per i pasti, momento per reclamare

Il motivo sarebbe che l'ex sportivo si lamenta «ogni mattina, mezzogiorno e sera». Si dice che sfoghi la sua frustrazione mentre fa la fila per i tre pasti al giorno. Le condizioni di detenzione sono troppo dure e le porzioni di cibo troppo piccole.

Anche il fatto che gli sia permesso di fare la doccia solo due volte alla settimana è uno dei motivi per cui Becker si lamenta.

Nel frattempo, si dice che l'ex atleta si sia reso conto di piagnucolare troppo, e che quindi, spesso, chieda scusa. Ma questo non migliora la situazione.

Nelle sue scuse, infatti, fa riferimento al fatto che conduceva una vita privilegiata e quindi trova difficile adattarsi. Questo non gli fa guadagnare amici nella prigione, che viene descritta «dura come un chiodo».

Becker anche in prigione ha dei fan

Becker avrebbe molti fan a Wandsworth. Ma anche loro ne avrebbero abbastanza dei «piagnistei».

Anche perché la star del tennis continua a chiedere alle guardie quando verrà finalmente trasferito in un altro carcere. I prigionieri che devono scontare l'intera pena a Wandsworth si dicono stufi di sentire questa domanda.

Fortunatamente per Becker, tra un mese e mezzo verrà trasferito. La destinazione dell'ex asso del tennis, tuttavia, non è ancora stata decisa.