Camila Cabello: «Soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo»

CoverMedia

29.5.2020 - 11:10

La cantante si apre sulla sua battaglia contro l’ansia e i disturbi mentali in una struggente nota affidata al WSJ Magazine.

Camila Cabello soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo.

A rivelarlo è stata la stessa cantante in una struggente nota affidata al WSJ Magazine, in cui ha ammesso come dietro all’immagine patinata che mostra sui social network, in realtà si nasconda una ragazza dalle mille fragilità.

In occasione del mese (maggio) dedicato negli Stati Uniti alla salute mentale, l’ex star delle Little Mix ha dichiarato: «Se osservate le foto che ho postato su Instagram nell’ultimo anno, vedrete delle foto di me in uno studio di registrazione, foto di me in una hall con outfit eleganti prima di andare sul palco per esibirmi, foto di me che faccio le coccole al mio cane, Eugene, sul divano, e foto di me entusiasta mentre suono per voi le mie canzoni».

«Ma non ci sono foto dell’anno scorso che mostrano un altro lato di me, mentre piango con mia madre e le racconto della mia ansia e dei sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo che ho provato su me stessa. Di me e di mia madre in una stanza d’hotel a leggere dei libri sul disturbo ossessivo-compulsivo perché volevo disperatamente venirne a capo. Di me mentre vivo un'angoscia costante, incrollabile e implacabile che ha reso la vita quotidiana dolorosa e dura».

Prima di venire allo scoperto, Camila ha ammesso di avere avuto delle esitazioni e di aver provato «imbarazzo e vergogna».

«Quella stessa vocina mi diceva anche che sarei stata un’ingrata a non considerare tutte le cose belle della mia vita e che nascondere quella ferita aperta, di cui ho evitato di parlare negli ultimi anni, sarebbe stato la soluzione più efficace e veloce - ha scritto la cantante -. Ma tutto ciò non corrisponde alla realtà. C’era qualcosa che mi faceva male dentro e non avevo gli strumenti per guarire o per gestire questa situazione. Per guarire, avrei assolutamente dovuto parlarne».

«Negare la mia sofferenza e darmi delle colpe non aiutava. Avevo bisogno di pronunciare tre rivoluzionarie parole: mi serve aiuto».

Parlando nello specifico della sua condizione psicologica, Camilla ha raccontato di aver sofferto di insonnia e di «cronici mal di testa».

Ora però le cose vanno decisamente meglio.

«Ho ascoltato la mia ansia, perché so che lei sta provando soltanto a tenermi al sicuro, ma non le dò più tanta retta. Non lascerò che sia lei a prendere delle decisioni per me».

Tornare alla home page

CoverMedia