Charlize Theron dopo il break dai red carpet: «Ho voglia di normalità»

CoverMedia

3.11.2020 - 16:33

Vanity Fair Oscar Party 2020 at the Wallis Annenberg Center for the Performing Arts Featuring: Charlize Theron Where: Los Angeles, California, United States When: 10 Feb 2020 Credit: Sheri Determan/WENN.com/Cover Images
Source: Sheri Determan/WENN.com/Cover Im

Lo stop forzato dal glamour causato dalla pandemia ha messo a dura prova l’attrice 45enne che ha trascorso la quarantena con sua madre.

Per Charlize Theron è ora di tornare in prima fila dopo il break forzato imposto dalla diffusione del coronavirus.

L’inizio dell’anno era cominciato per l’attrice 45enne alla grande, con un serrato tour promozionale del film «Bombshell» che le è valso una nomination all’Oscar.

Tuttavia l’intensa campagna promozionale era stata sfiancante per Charlize, che sognava una pausa dalle sessioni di trucco e parrucco previste dai red carpet.

«Prima del Covid, ero reduce dalla promozione massiccia di un film. Poi è stata la volta dei circuiti dei premi con tre mesi e mezzo di tappeto rosso», ha raccontato l'attrice premio Oscar a British Vogue. «Anche prima che venissi a conoscenza del blocco, il piano era di prendermi una pausa, quindi non mi importava di far crescere i miei capelli e avere una ricrescita di cinque centimetri».

Nonostante l’apprezzata pausa, anche Charlize ha sofferto del lungo lockdown.

«Verso la fine però, come tutti gli altri, inizi a perdere dei pezzi. Sono stata in quarantena con mia madre e sono arrivata al punto che sarei andata a casa sua e le avrei annunciato: “Cena da te stasera, mi sono depilata!”. Piccole cose del genere sono diventate un grosso problema», ha ironizzato la star parlando poi delle sue figlie Jackson, che si identifica come una ragazza, e August.

«Voglio che si sentano preparate per qualunque cosa capiti sulla loro strada. Il pregiudizio di genere è vivo e vegeto. Spero che noi adulti ci assumeremo delle responsabilità e metteremo in atto alcune cose per rendere la vita più facile alla prossima generazione».

Tornare alla home page

CoverMedia