Dopo l'ordine restrittivo

Ricky Martin sulle accuse di violenza domestica: «Sono false»

DPA/fts

7.7.2022

Ricky Martin.
Getty Images

La star latina deve comparire in tribunale nel suo paese natale, Porto Rico, per presunta violenza domestica. Tuttavia, Martin nega le accuse: l'ordine restrittivo emesso contro di lui «si basa su accuse false».

DPA/fts

7.7.2022

La popstar Ricky Martin - conosciuto, ad esempio, per il brano «Livin' la Vida Loca» - ha negato le accuse di violenza domestica che gli sono state rivolte.

Un ordine restrittivo emesso contro di lui nella nativa Porto Rico «si basa su accuse completamente false», ha scritto il 50enne su Twitter negli scorsi giorni. Ha affermato che affronterà il processo con il senso di responsabilità che lo caratterizza. Non ha potuto commentare i dettagli perché il procedimento legale è ancora in corso.

Un giudice del territorio caraibico statunitense aveva emesso l'ordine restrittivo in riferimento alla legge contro la violenza domestica in vigore nel Paese, come hanno riferito i media locali nel fine settimana, citando la polizia.

Inizialmente non era chiaro di cosa fosse accusato esattamente e da chi. In un video su Facebook, il fratello di Martin, Eric Martin, ha dichiarato che le accuse provengono da un nipote che sta prendendo le distanze dalla famiglia e ha «problemi mentali».

«Siamo certi che quando i veri fatti di questa vicenda verranno alla luce, il nostro cliente Ricky Martin sarà pienamente rivendicato», ha dichiarato il quotidiano portoricano «El Nuevo Día», citando tra l'altro una dichiarazione dei rappresentanti del cantante-attore.