Elodie parla del suo passato: «Se hai troppa libertà sbagli»

CoverMedia

5.10.2020 - 16:32

Source: Covermedia

La cantante rievoca alcuni episodi vissuti durante l'adolescenza al Quartaccio a Roma.

Il passato ha segnato Elodie in maniera profonda.

La cantante nata sul palco di “Amici” ha condiviso spesso pillole di vita personale legate alla sua adolescenza al Quartaccio di Roma. Anni in cui ha avuto un forte impatto soprattutto la vita sconsiderata dei suoi genitori e l'assoluta libertà che ne ha derivato.

«A 12 anni mi facevo le canne tutto il giorno: iniziavo la mattina e finivo la sera. Ogni giorno», racconta Elodie nella sua intervista a Il Corriere della Sera.

«Ho iniziato in seconda media, per stare tranquilla: ero sempre arrabbiata. Facevamo delle collette con le amiche e quelle erano le mie giornate - rammenta amara la cantante -. Al liceo non capivo le lezioni, tornavo a casa e me le facevo di nuovo, tanto nessuno diceva niente, ognuno faceva come gli pareva. Bevevo anche, uscivo e tornavo alle 7 del mattino, a 15 anni: ho avuto una libertà totale. E se hai troppa libertà sbagli».

Nonostante ora sia cresciuta e abbia conquistato la popolarità, all'autrice di “Guaranà” i fantasmi del passato fanno ancora paura.

«Ti senti sporco, questa è la verità. È un contesto che rischia di inghiottirti. Non studiamo, a nessuno gliene frega niente. Io ho la terza media e per dirlo ci ho messo anni: mi vergognavo come una ladra», afferma la 30enne.

«Rimpiango moltissimo il fatto di essere ignorante. Mi fa sentire a disagio, anche perché sono stata vigliacca: ho fatto il liceo fino al quinto anno, senza mai essere bocciata. Arrivata a maggio, mi sono ritirata. Non mi sentivo all’altezza di fare l’esame – conclude Elodie -. Avevo solo paura del fallimento, una cosa che mi ha accompagnata a lungo».

Tornare alla home page

CoverMedia