Eminem: party online per festeggiare l’anniversario di “The Marshall Mathers LP”

CoverMedia

25.5.2020 - 13:15

Eminem: party online per festeggiare l’anniversario di “The Marshall Mathers LP”

Eminem: party online per festeggiare l’anniversario di “The Marshall Mathers LP”

Nel 2000 l’album ha debuttato al numero uno della U.S. Billboard 200, guadagnando 1,78 milioni di dollari nella prima settimana.

25.05.2020

Nel 2000 l’album ha debuttato al numero uno della U.S. Billboard 200, guadagnando 1,78 milioni di dollari nella prima settimana.

Eminem celebrerà il 20esimo anniversario di “The Marshall Mathers LP” con una festa online.

Il rapper, al secolo Marshall Mathers, mercoledì 27 maggio ospiterà un evento su Spotify in cui i fan potranno unirsi a lui in una sessione di domande e risposte dal vivo e riascoltare l'album del 2000, successo che ha caratterizzato i singoli “Stan”, “The Real Slim Shady” e “The Way I Am”.

Per l'occasione, Eminem presenterà anche una nuova linea di prodotti: tra cui una felpa con cappuccio "Stan Varsity" in edizione limitata. Secondo quanto riferito, sono in programma anche altre celebrazioni per intrattenere i fan ancora in quarantena a causa del coronavirus.

Il cantante ha invitato i follower con sede negli Stati Uniti a tenersi aggiornati sugli sviluppi scrivendo un numero speciale (313-666-7440) o controllando il suo sito web (https://www.eminem.com/) per maggiori dettagli.

"The Marshall Mathers LP" ha cementato il ruolo di Eminem nella storia dell'hip-hop, debuttando al numero uno della U.S. Billboard 200 e guadagnando 1,78 milioni di dollari nella sua prima settimana. Cifre che lo hanno eletto l'album più venduto nella storia delle classifiche.

Nel 2015 ha perso il titolo contro “25” di Adele.

Il 47enne ha precedentemente ammesso che il progetto metterà sempre in ombra i suoi sforzi futuri, perché è stato uno dei suoi migliori lavori di sempre.

«Inseguo ancora “The Marshall Mathers LP”», ha confessato Eminem in un'intervista del 2017 con Vulture.

«Quello era il massimo che potevo fare. Ora non nutro più la rabbia che provavo all’epoca».

Tornare alla home page