Fabrizio De André - Principe Libero: il biopic su Rai1

CoverMedia

13.2.2018 - 15:34

Source: Covermedia

Doppio appuntamento con il film biografico sul cantautore genovese, interpretato magistralmente da Luca Marinelli.

Stasera andrà in onda su Rai1 «Fabrizio De André - Principe Libero», film biografico diviso in due puntate sull’indimenticabile cantautore genovese.

Il cast è composto da Luca Marinelli, che interpreterà De André, Valentina Bellé, nei panni della moglie Dori Ghezzi, Elena Radonicich, Davide Iacopini, Gianluca Gobbi ed Ennio Fantastichini.

Il film, diretto da Luca Facchini, è stato scritto da Francesca Serafini e Giordano Meacci. Prodotta da RaiFiction e Bibi Film, la pellicola è stata proiettata nelle sale in anteprima il 23 e 24 gennaio, raccogliendo oltre 700mila euro.

Il biopic ripercorrerà le tappe principali della vita di Fabrizio: dall’infanzia al rapporto con i genitori, fino alla maturità e al percorso che lo ha portato a diventare tra le voci più autorevoli della canzone e della cultura italiana. Seguiranno i primi successi con Mina che porta in televisione la Canzone di Marinella, le prime esibizioni dal vivo e l’incontro con il suo grande amore Dori Ghezzi, con cui venne rapito dall’anonima sequestri mentre si trovava in Sardegna.

Intervistata dall’Huffington Post a margine della presentazione del film, Dori ha elogiato l’interpretazione di Luca Marinelli, accomunato a Fabrizio da una forte somiglianza.

«È come se Fabrizio fosse da sempre dentro di lui. Non ha avuto bisogno di “farsi” una maschera, di adottare artifici, non ha dovuto essere diverso. E secondo me faticherà a scrollarsi di dosso questo ruolo, che è forse il più vicino a lui tra tutti quelli che ha interpretato».

«Ho passato molto tempo sul set - ha poi aggiunto la Ghezzi -, ma sapevo fin dall'inizio che Luca Marinelli aveva imparato ad amare Fabrizio De André da sua nonna. E una cosa mi piace ricordare: avevo deciso che l'attore giusto sarebbe stato quello che avrebbe detto “non sono in grado di farlo”. Guarda caso, è stata la prima risposta di Luca».

Tornare alla home page

CoverMedia