Filippo Bisciglia su “Temptation Island”: «È come se vivessero in una bolla di vetro»

CoverMedia

23.6.2020 - 11:11

Source: Covermedia

Da quando sono stati selezionati per il reality i protagonisti hanno subito numerosi test sierologici e si sono auto-isolati.

Per garantire le norme di sicurezza contro il Covid-19 la nuova edizione di “Temptation Island” ha fatto salti da gigante.

La prima puntata del talent condotto da Filippo Bisciglia è prevista per il 2 luglio. Tuttavia, per implementare ogni dettaglio nel rispetto delle regole, la produzione dietro allo show lavora senza tregua da mesi.

«Le differenze sono che, ovviamente, prima di partire, siamo stati tutti quanti sottoposti ai test sierologici, più volte», rivela a Blogo Filippo Bisciglia.

«I protagonisti di “Temptation Island”, le coppie e i single, sono stati scelti da più di un mese. Quando sono stati scelti hanno subito effettuato i primi test sierologici, poi rifatti periodicamente».

Garantire la sicurezza dei concorrenti così come quella dei lavoratori dello spettacolo per la Fascino PGT è una priorità.

«Prima di partire, hanno tutti rispettato un periodo di isolamento - spiega il conduttore - Una volta entrati nel villaggio, periodicamente, verranno rieffettuati i test. Nel villaggio, non può entrare nessuno e loro, ovviamente, non possono avere contatti con nessuno, dall’esterno».

Il pubblico non noterà questi accorgimenti, ma «È come se loro vivessero in una bolla di vetro, super-protetti. Com’è successo al GF Vip. Vedrete in onda, quindi, lo stesso “Temptation Island” di sempre ma con tutte queste precauzioni, come abbiamo visto al “GF Vip”».

Tornare alla home page

CoverMedia