Filippo Nardi: «Dopo il coronavirus sono rimasto senza lavoro»

CoverMedia

5.6.2020 - 16:34

Source: Covermedia

L’ex gieffino è rimasto al verde: colpa del Covid-19 e relativo lockdown.

Filippo Nardi è preoccupato di non trovare più lavoro.

L’ex gieffino ha confidato i suoi timori in una recente intervista a Nuovo, rivelando che il lungo lockdown e la sue esperienza con il Covid-19 hanno prosciugato le sue finanze. E nonostante il suo impegno non sta riuscendo a trovare un impiego per risollevare la critica situazione.

«Tutti pensano che noi navighiamo nell’oro, ma non è così», spiega Filippo Nardi.

«Ho fatto richiesta per il bonus da 600 euro per le partite iva, ma non è arrivato nulla. Avrei preso volentieri quei soldi perché in questo momento mi sono stati cancellati tutti i lavori e le mie entrate sono a zero».

In questo momento il 51enne si accontenterebbe di un lavoro qualsiasi.

«Cerco lavoro a Milano, magari come corriere oppure nei supermercati: ma non ci sono possibilità. Salute a parte, il disastro vero comincia adesso ci sarà chi morirà di fame e non di coronavirus e purtroppo l’agonia sarà più lenta».

Nelle settimane precedenti, per sensibilizzare l’opinione pubblica Nardi aveva inoltre condiviso in tv la sua esperienza con il Covid-19.

«Ho messo su due o tre chili, perché ero sottopeso e avevo il tipico aspetto da malato. Sono grato alla mia amica Barbara d'Urso: mi ha dato l'opportunità di raccontare la mia disavventura nel suo show “Live - Non è la d’Urso” e molte persone mi hanno scritto che la mia testimonianza è stata loro di aiuto. Dopo avermi visto in tv, però, nel negozio di sigarette elettroniche davanti a casa non mi vogliono più far entrare: dicono che non sanno se sono ancora infetto».

Tornare alla home page

CoverMedia