Spettacolo

Gaudiano: «Non ho bisogno di ritornelli e i tormentoni»

Covermedia

1.4.2021 - 13:06

Gaudiano

Il vincitore di Sanremo Nuove Proposte ha conquistato il pubblico con «Polvere da sparo», dedicata al padre scomparso.

Covermedia

1.4.2021 - 13:06

Gaudiano è uno dei nuovi talenti esplosi sul palco del 71esimo Festival.

Il vincitore di Sanremo Nuove Proposte ha conquistato il pubblico con «Polvere da sparo», dedicata al padre scomparso. Brano che con le sue parole ha trasmesso agli ascoltatori tutta l'intensità del suo dolore.

«La canzone è stata scritta di getto in treno sopra un tovagliolo di carta, ero partito molto presto da Foggia, dovevo andare a Milano perché avevo deciso di prendere in mano la mia vita, dopo la morte di mio padre», racconta Gaudiano, nome d'arte di Luca Gaudiano, a Panorama.

Il cantautore pugliese si è aggiudicato un posto tra le Nuove Proposte, distinguendosi tra le oltre 900 canzoni pervenute alla Rai, superando tutte le audizioni e conquistando pubblico e giuria nelle serate di Amasanremo, esibizione dopo esibizione, fino al posto più alto del podio.

«I fan? Mi hanno scritto delle cose incredibili, persone cadute in depressione che hanno perso i genitori, a cui è mancata la terra sotto i piedi e ai quali la mia canzone è stata di grande aiuto», rivela Gaudiano spiegando come ha raccolto i suoi consensi.

«I lutti sono dei buchi quasi fisici, è come se ti staccassero un braccio, se non sei pronto, rischi di fare una sciocchezza. Con questi messaggi capisci che tipo di responsabilità hai quando scrivi una canzone e qual è la direzione giusta – e aggiunge – non devo rincorrere i ritornelli e i tormentoni, i milioni di stream su YouTube, ma continuare a scendere in profondità, a scavare dentro perché la gente ha bisogno di questo. La missione dei cantautori è quello di colmare tutto ciò che le persone non riescono ad avere nella loro vita, di diventare la colonna sonora delle loro giornate, raccontando la gioia e il dolore della gente».

Covermedia