Spettacolo

Harvey Weinstein: pausa dopo le accuse di molestie sessuali

CoverMedia

6.10.2017 - 11:11

****FILE PHOTOS**
Decades of Sexual Harassment Accusations Against Harvey Weinstein**

2017 Tribeca Film Festival - "Reservoir Dogs" Screening at the Beacon Theater - Red Carpet Arrivals

Featuring: Harvey Weinstein
Where: New York, New York, United States
When: 29 Apr 2017
Credit: Ivan Nikolov/WENN.com
****FILE PHOTOS** Decades of Sexual Harassment Accusations Against Harvey Weinstein** 2017 Tribeca Film Festival - "Reservoir Dogs" Screening at the Beacon Theater - Red Carpet Arrivals Featuring: Harvey Weinstein Where: New York, New York, United States When: 29 Apr 2017 Credit: Ivan Nikolov/WENN.com
Covermedia

(Cover) - IT Showbiz - Harvey Weinstein è finito al centro di uno scandalo a sfondo sessuale, in seguito a un’inchiesta condotta dal New York Times.

Il potente produttore cinematografico, artefice di film come Pulp Fiction, Gangs of New York e Il Paziente inglese, è stato accusato di aver rivolto delle inopportune avance a un gran numero di dipendenti e attrici incontrate nel corso della sua lunga carriera.

Nel bel mezzo della bufera, Weinstein ha scelto di prendersi una pausa e di congedarsi momentaneamente dalla sua The Weinstein Company.

In un comunicato affidato al The Times si legge: «Sono cresciuto negli Anni Sessanta e Settanta, quando le regole sui comportamenti e sui luoghi di lavoro erano completamente diversi. La cultura che c’era dietro era diversa. Questa però non può essere una scusa per nessuno, in ufficio o non».

«Un po’ di tempo fa mi sono reso conto che dovevo diventare una persona migliore e, da quel momento, è migliorato il mio modo di interagire con le persone. Il modo in cui mi sono comportato con le colleghe in passato ha causato molto dolore e me ne scuso sinceramente Anche se sto cercando di diventare migliore, so che ho molta strada da percorrere».

E ha aggiunto: «Jay Z ha scritto in 4.44: “Non sono l’uomo che pensavo di essere e voglio essere migliore per i miei figli”. Vale lo stesso per me. Vorrei che mi venisse concessa una seconda chance nella comunità, ma so che devo lavorare molto per conquistarmela. Ho degli obiettivi che sono delle priorità adesso per me. Abbiate fiducia in me. Provo a tirarmi fuori da questa mia condizione da 10 anni e considero questo come un campanello d’allarme. Provo dei rimorsi verso le persone che ho ferito, ma ora voglio recuperare».

Harvey ha inoltre dichiarato di aver chiesto aiuto psicologico: «Il mio percorso sarà imparare a governare me stesso e a sconfiggere i miei demoni».

Tra le donne ad aver accusato Weinstein ci sarebbero un’attrice e una «non identificata» modella italiana.

Fonti vicine al Times sostengono che l’attrice Rose McGowan potrebbe essere una delle accusatrici pagate dal produttore per tacere sulla vicenda.

Ashley Judd, una delle vittime, ha invece parlato apertamente dello scandalo, rivelando come Harvey le abbia chiesto una volta di guardarlo mentre si faceva la doccia.

«Ho risposto di no, in tutti i modi, ho cercato di farglielo capire, ma lui ogni volta tornava e mi assegnava un nuovo “compito”. Era una continua trattativa, una trattativa coercitiva».

La Judd ha poi dichiarato di aver scoperto come Weinstein avesse l’abitudine di chiedere ad alcune donne di guardarlo nudo o seminudo e di «essere sempre presenti mentre faceva il bagno»

«Tra noi donne si parla di Harvey da tanto tempo. Credo sia giunta l’ora di parlarne apertamente», ha aggiunto Ashley Judd.

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia