Hugh Grant: «sono troppo vecchio e grasso» per girare ancora commedie

CoverMedia

6.6.2019 - 16:34

L'attore britannico Hugh Grant è salito alla ribalta nel 1994 con la commedia, ormai divenuta di culto, «Quattro matrimoni e un funerale».
Source: Jeff Spicer/Getty Images

La carriera dell’attore inglese, noto per il genere romantic comedy, è giunta ad un’altra fase.

«Sono troppo vecchio, brutto e grasso per fare ancora questo genere di film». Così dice Hugh Grant, con una risata, intervistato dall’Hollywood Reporter.

L’attore britannico è ben noto infatti per le sue commedie romantiche, come «Love Actually», i film di Bridget Jones, «Two Weeks Notice - Due settimane per innamorarsi» e più recentemente «Professore per amore», nel 2014. Ma questo film, diretto dal regista Marc Lawrence, potrebbe essere l’ultimo del suo genere.

«Ora faccio altre cose e mi odio anche un po' di meno rispetto a prima», ha continuato con un sorriso. «Comunque, sono uno che crede fermamente nel nostro lavoro e la considera un’opera di intrattenimento. Vedo gli attori come artigiani, proprio come il tizio alle luci e il tizio al montaggio, e anche quello che spinge il carrello».

Per 17 volte le stesse identiche cose

Il suo film di punta, «Quattro matrimoni e un funerale», del 1994, ha segnato le sorti della sua carriera.

«Dopo quel film, il mondo era mio, avrei potuto prendere altre decisioni e fare cose diverse. Invece ho deciso di ripetere le stesse identiche cose per altre 17 volte di seguito», ha concluso.

Il 58enne ha conquistato anche il pubblico della tv di recente con «A Very English Scandal», una miniserie di tre puntate basata sull'omonimo romanzo di John Preston.

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia