Il fratello di Kevin Spacey: «È peggio di nostro padre»

CoverMedia

26.1.2018 - 13:12

Covermedia

Randy Fowler spara a zero sull’attore nel suo nuovo libro.

Il percorso intrapreso per uscire dalla dipendenza dal sesso non basterà a Kevin Spacey per sconfiggere i suoi demoni.

A parlare dell’attore hollywoodiano - finito ai margini dopo numerose accuse di molestie sessuali -, è il fratello Randy Fowler, convinto che l’ex protagonista di House of Cards sia affetto da ben più seri disturbi psicologici, derivanti da un’infanzia difficile.

Fowler nel suo libro, Moment in Time, ha raccontato di essere stato abusato e picchiato dal padre per anni e di aver fatto di tutto per proteggere Kevin.

«Ho sentito che Kevin è entrato spontaneamente in una clinica per guarire dalla dipendenza dal sesso - ha dichiarato al The Sun Online -. Bene, scusatemi ma credo che si trovi nel reparto sbagliato. Ha dei problemi ben più seri di quello».

«Kevin era un re sul suo trono, ma adesso è stato detronizzato da tutte queste accuse; c’è gente che si è approfittata usando i suoi soldi e il suo potere. Per tutta la vita ho pensato di aver protetto Kevin da mio padre, ma adesso ho capito che non è servito a nulla perché lui è molto peggio di mio padre. È la sua creatura».

«È peggio perché lui ha potere e soldi, e con quelli è più facile imporre la propria influenza sugli altri. I primi capitoli del mio nuovo libro fanno a pezzi Kevin, ma è la verità. Questo è il risultato di un’infanzia di abusi, e se a Kevin non piacerà, pazienza».

Randy teme che anche Kevin sia stato abusato dal padre, e che adesso stia patendo le conseguenze del grave trauma infantile.

«Ho sempre pensato di averlo protetto da lui - ha aggiunto Fowler -, ma dopo quello che è venuto fuori contro di lui, mi chiedo se anche lui sia stato abusato. È probabile che non me ne abbia mai parlato ed è probabile che non lo farà mai».

Tornare alla home page

CoverMedia