Cinema

«Johnny Depp sopravvalutato», ecco le scuse di Brian Cox

Covermedia

16.3.2022 - 11:10

Brian Cox

L’attore è pentito di avere attaccato il collega nella sua autobiografia «Putting the Rabbit in the Hat».

Covermedia

16.3.2022 - 11:10

Brian Cox chiede scusa a Johnny Depp per avergli dato del «sopravvalutato» nella sua autobiografia.

Nel libro «Putting the Rabbit in the Hat», rilasciato lo scorso ottobre, il divo di «Succession» ha rivelato di aver rifiutato il ruolo di Weatherby Swann ne «I Pirati dei Caraibi» perché considerava la saga come «uno show di Johnny Depp nella parte di Jack Sparrow».

Durante l’ultima puntata del Jimmy Kimmel Live!, Cox ha confessato di essersi pentito per essere stato così duro nei confronti del collega.

«Guardando indietro, mi rendo conto di essere stato duro con lui. Sai com'è, si cerca di fare qualche battuta quando si scrive un libro di questo genere e a volte si cade nel tranello dello scegliere quella più sciocca e di cattivo gusto», ha dichiarato l’attore. «Purtroppo è quello che ho fatto, è successo, e in un certo senso me ne sono pentito. Perché non sono così normalmente; non ci ho pensato molto, sono stato superficiale e beffardo».

«Alcuni attori si sentono sopravvalutati e altri sottovalutati», ha aggiunto.

Dopo l’uscita dell’autobiografia, Brian è stato attaccato sui social dai fan di Johnny. Per farsi perdonare, il 75enne ha aggiunto una nota correttiva nella nuova edizione del libro.

«Ho sentito molti dei suoi rappresentanti. Si definiscono un fan club, ma sembrano più quelli della CIA che lavorano per lui», ha scherzato la star scozzese. «Ho scritto un’appendice a questo libro. Uscirà in forma cartacea nel Regno Unito».

Covermedia