Musica

La 55esima edizione del Montreux Jazz Festival inizia questa sera

sj, ats

2.7.2021 - 12:15

La Scène du Lac del Montreux Jazz Festival verrà inaugurata questa sera con il concerto della star francese Woodkid.
Keystone

Primo grande festival a ritrovare il suo pubblico, il Montreux Jazz Festival si apre questa sera con il concerto della star francese Woodkid. Un certificato Covid è necessario per assistere ai concerti a pagamento.

sj, ats

2.7.2021 - 12:15

Questa misura si applica unicamente alla Scène du lac (520 posti seduti) e al Petit Théâtre del Montreux Palace (200 posti seduti). La mascherina non è necessaria per assistere a questi concerti.

Test rapidi sul posto

Per evitare brutte sorprese ai festivalieri dell'evento vodese in possesso di un biglietto ma non di un codice QR del certificato Covid, gli organizzatori hanno deciso di installare un centro di test rapidi antigenici sul posto.

Su prenotazione, i detentori di biglietti potranno ottenere il certificato sanitario tutti i giorni dalle 14:00 alle 22:00 dal 2 al 17 luglio. Il test è gratuito per le persone assicurate in Svizzera e costerà 20 franchi per i cittadini stranieri.

Per i concerti gratuiti e nelle aree di ristorazione, il certificato Covid non sarà necessario. La mascherina deve essere indossata solo all'interno.

Con i suoi quattro palchi, la 55esima edizione del Montreux Jazz, rivisitata in taglia XXS, dovrebbe attirare in media fra i 1'400 e i 1'500 spettatori al giorno, circa due volte meno che prima della pandemia.

Pop, rock, blues, soul e jazz

Una volta superato il protocollo sanitario, il pubblico ritroverà la gioia e potrà rivivere l'emozione dei concerti dal vivo. Sull'attesissima Scène du lac, situata a 39 metri dalla riva, gli spettatori saranno immersi dalle 21:00 nell'energia grunge e rock del gruppo svizzero Annie Taylor. Sarà poi il turno della star francese Woodkid, alias Yoann Lemoine. Il suo pop, tra sonorità industriali e ipnotiche, assicurerà lo spettacolo notturno.

Le rive del Lemano vibreranno a ritmo di musica fino al 17 luglio, con il cantante italiano Zucchero e il trombettista libanese Ibrahim Maalouf. I due palchi gratuiti, per cui è necessaria una prenotazione, si trovano nella grande hall e nei giardini del Montreux Palace. Accoglieranno artisti emergenti e jam session.

A causa delle condizioni d'entrata in Svizzera dal Regno Unito, legate alla variante Delta del coronavirus, gli organizzatori sono stati costretti ad annullare vari concerti: Rag'n'Bone Man, Inhaler, Alfa Mist, Yussef Dayes Trio, Arlo Parks, Nubya Garcia e Steam Down. Questi sono stati rimpiazzati da altri artisti o da concerti supplementari delle star Zucchero e Woodkid.

sj, ats