Mac Miller: arrestato un secondo uomo legato alla morte del rapper

CoverMedia

26.9.2019 - 16:36

Mac Miller performs live in concert on the "The Blue Slide Park Tour" at the House of Blues Chicago, Illinois - 12.10.11 Featuring: Mac Miller Where: United States When: 12 Oct 2011 Credit: WENN
Source: WENN

Finisce in manette un altro uomo, ritenuto dagli inquirenti responsabile della morte per overdose dell’ex fidanzato di Ariana Grande.

Un secondo uomo legato alla morte di Mac Miller è stato arrestato in Arizona.

Il rapper è stato trovato esanime nel suo appartamento di Studio City nel settembre 2018, stroncato da un micidiale mix di sostanze, tra cui cocaina e fentanyl.

A inizio settembre era già finito in manette Cameron James Petit, primo soggetto ritenuto responsabile della morte shock dell’ex fidanzato di Ariana Grande, mentre oggi è stato arrestato il 36enne Ryan Reavis: dopo aver perquisito la sua casa di Lake Havasu City, le autorità hanno rinvenuto marijuana e droghe di altro tipo, oltre a varie armi da fuoco.

Non sono state diffuse informazioni sul rapporto tra Reavis e Miller, ma l’uomo è ora indagato per frode e possesso illegale di armi e droga.

Petit è invece accusato di aver consegnato a Mac le sostanze che ne avrebbero provocato la morte, tra cui delle pillole contraffatte di Percocet, contenenti fentanyl, cocaina e Xanax, e non ossicodone.

L’artista aveva appena 26 anni.

Tornare alla home page

CoverMedia