Maria Sole Tognazzi vota per «Lady Bird»

CoverMedia

1.3.2018 - 13:12

Source: Covermedia

La regista italiana agli Oscar di quest’anno fa il tifo per il film diretto dalla collega Greta Gerwig.

Un capolavoro: così Maria Sole Tognazzi etichetta la pellicola «Lady Bird».

Il film diretto da Greta Gerwig racconta in modo divertente e atipico il rapporto madre-figlia, ed è uno dei favoriti fra le pellicole candidate agli Oscar 2018 insieme a «Chiamami col tuo nome» di Luca Guadagnino».

«Luca Guadagnino è il mio amico fraterno, la notte del 4 marzo tutte le mie speranze saranno riposte in lui; dichiaro la mia totale fedeltà a “Chiamami col tuo nome”», ha dichiarato Maria Sole Tognazzi a Il Corriere della Sera.

«Però che bel film è “Lady Bird”. Sono riuscita a vederlo prima di cadere vittima di un febbrone e sono rimasta molto colpita, di tanti film che parlano dell'adolescenza ho apprezzato molto l'equilibrio, raro da trovare, nel raccontare l'universo femminile in quell'età di passaggio. È sì un film che si concentra sul rapporto madre-figlia con due attrici strepitose, ma io ho amato molto anche i personaggi maschili: il padre, il fratello, i ragazzi che lei incontra. Credo che sia un film che possano amare spettatori diversi per età, gusti perché è un film che parla a tutti».

Per la Tognazzi uno degli aspetti più straordinari di «Lady Bird» è che sia proprio una donna la candidata all’Oscar come miglior regia.

«Ogni volta sembra un miracolo quando una regista donna ottiene un riconoscimento. Mi piace pensare che esiste un cinema senza sesso, un cinema fatto da autori che siano maschi o femmine, ma è inevitabile riscontrare la disparità numerica che esiste tra registe donne e registi uomini».

Tornare alla home page

CoverMedia