Mark Salling, ex star di Glee, si è suicidato

CoverMedia

30.1.2018 - 19:52

L’ex star di Glee era in attesa della sentenza per il reato di pedo-pornografia.

Mark Salling è morto per un presunto suicidio.

Come riporta TMZ, il corpo senza vita dell’ex star di Glee è stato ritrovato sulle rive del Los Angeles River a Sunland, California, nei pressi della sua abitazione.

Salling, 35 anni, era in attesa della sentenza per possesso di materiale pedo-pornografico.

L’attore era apparso di fronte ai giudici di Los Angeles il 18 dicembre, due mesi dopo aver deciso di patteggiare la sua pena, in seguito al ritrovamento nel suo computer portatile e nella sua chiavetta USB di oltre 50mila immagini raffiguranti dei bambini durante degli atti osceni.

Le vittime avevano un’età compresa dai 3 ai 5 anni.

All’epoca del suo arresto, Salling rischiava fino a 20 anni di carcere, ma, dopo aver scelto di collaborare con i giudici, si attendeva una pena non superiore ai sette anni di detenzione.

Già nell’agosto 2017 era circolata la notizia di un tentato suicidio, prontamente smentita dal suo portavoce.

La polizia di Los Angeles ha aperto un’indagine.

Tornare alla home page

CoverMedia