Olivia Munn testimone di un’aggressione: lancia un appello sul web

Covermedia

19.2.2021 - 16:35

Olivia Munn

Grazie al post sui social media, l’aggressore è stato fermato dalla polizia per aver molestato una donna asiatica di 52 anni.

L’ultimo appello pubblico di Olivia Munn è stato fondamentale. Grazie al suo intervento, la polizia di New York ha infatti arrestato un uomo per aver aggredito una donna asiatico-americana.

La star di «The X-Men: Apocalypse» ha chiesto aiuto ai suoi follower sui social media dopo aver rivelato che una donna cinese di 52 anni era stata aggredita fuori da una panetteria nel Queens.

«È uscita dall'ospedale con 10 punti di sutura in testa. Questi crimini di odio razzista contro i nostri anziani devono finire», dichiara Olivia Munn riferendosi all'intolleranza verso il popolo asiatico, aumentata con l'inizio della pandemia Covid-19.

«Troveremo questo uomo», ha promesso l’attrice condividendo i video di sorveglianza della zona. «Internet queen, per favore... operate la vostra magia».

Grazie alle testimonianze, la polizia ha quindi arrestato un uomo del Queens di nome Patrick Mateo accusandolo di aggressione e molestie.

La Munn ha ringraziato la comunità per averla aiutata: «Ragazzi siete stati favolosi! Sono molto grata a tutti voi! Vi amo».

Secondo quanto riferito da TMZ, la dinamica dell’incidente non è riconducibile a una mera questione razziale.

La vittima ha riferito alla polizia che stava aspettando in fila al panificio quando è stata avvicinata dall'uomo, che ha iniziato a urlarle contro e presumibilmente l'ha spinta facendole sbattere la testa nella caduta.

Tornare alla home page

Covermedia