Riccardo Scamarcio d’accordo con Catherine Deneuve

CoverMedia

2.2.2018 - 16:34

Source: Covermedia

L’attore pugliese supporta la dichiarazione della collega francese e commenta: «Bisogna distinguere tra lo stile di una persona e i reati».

Riccardo Scamarcio è d’accordo con Catherine Deneuve.

I processi sommari lanciati da show televisivi e social network sono un «gioco al massacro».

L’attuale situazione nel mondo dello spettacolo ha portato ad una vera rivoluzione femminile che in America ha preso il nome del movimento #MeToo, mentre in Italia si è unita sotto il cappello del neonato Dissenso Comune: manifesto contro le molestie nel mondo dello spettacolo firmato da ben 124 donne.

Nonostante il fervore sociale scatenato dallo scandalo Weinstein, l’attore pugliese sceglie di esprimere un giudizio controcorrente, in accordo con la collega Catherine Deneuve.

«Bisogna distinguere tra lo stile di una persona e i reati. Poi c’è un aspetto trascurato, che il cinema è basato sulla seduzione e sull’erotismo tra le persone. La penso come Catherine Deneuve», dichiara Scamarcio a Il Corriere della Sera.

«Viviamo in una società pornografica che mercifica i corpi; perché sulle 500 mila vittime in Iraq il cinema non ha detto nulla? Mi chiedo perché Strauss-Kahn sia stato sbattuto in galera il secondo giorno e Weinstein sia ancora libero di girare. Il gioco al massacro di Hollywood non fa bene a nessuno, non mi piacciono i processi sui social».

Tornare alla home page

CoverMedia