Ricky Martin vuole delle nozze «pubbliche»

CoverMedia

1.12.2017 - 12:36

Mandatory Credit: Photo by Broadimage/REX/Shutterstock (5647508am) Ricky Martin, Jwan Yosef amfAR Inspiration Gala, Sao Paulo, Brazil - 15 Apr 2016 amfAR Inspiration Gala Sao Paulo
Covermedia

(Cover) - IT Showbiz - Ricky Martin sposerà il compagno Jwan Yoseph la prossima primavera.

Il cantante ha chiesto la mano all’artista di origini siriane sul finire del 2016, e la coppia sta puntellando gli ultimi dettagli in vista del loro giorno più importante, che il 45enne ha tutte le intenzioni di trasformare in un grande evento di «pubblico» risalto.

La star di Porto Rico spiega a Ocean Drive il perché: «Sarà un grande evento. Voglio che la gente ne parli. Siamo una famiglia moderna e penso che alle persone serva vedere la normalità e la bellezza della nostra famiglia. Ecco perché voglio che il nostro matrimonio sia pubblico: condividerò le mie nozze con il mondo intero».

Alla cerimonia avranno un ruolo centrale anche i piccoli Matteo e Valentino, i gemelli che Ricky ha avuto da una madre surrogata.

E a proposito di Jwan, che frequenta dall’aprile 2016, ha detto: «Dalla prima stretta di mano ho sentito qualcosa di speciale. Anche lui ha provato lo stesso. Tutto è stato molto naturale».

Intanto Ricky è in ansia in questi giorni per quanto sta accadendo nel suo nativo Porto Rico, messo in ginocchio dal devastante Uragano Maria.

Il cantante ha donato 100mila dollari (85mila euro) a YouCaring, iniziativa benefica da lui fondata per aiutare chi ha subito le gravi conseguenze della catastrofe naturale e che finora ha raccolto 300mila dollari (255mila euro).

«Porto Rico sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia - ha detto recentemente Martin -. L’isola ha disperatamente bisogno di noi. L’Uragano Maria ha lasciato dietro di sé dei danni devastanti e ha distrutto la vita di centinaia di migliaia di persone. Questo è il motivo che mi ha spinto a creare una raccolta fondi: ci sono persone che hanno bisogno di beni basici e di fondi per ricostruire quello che hanno perso. La mia donazione da 100.000 dollari è già operativa e spero di poter contare sul vostro sostegno».

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia