Sam Smith odiava il suo corpo

CoverMedia

4.1.2018 - 11:13

Covermedia

Il cantante parla con Sarah Jessica Parker del difficile rapporto con se stesso.

Sam Smith ha avuto in passato un rapporto difficile con lo specchio.

A inizio carriera, e soprattutto durante le riprese dei suoi primi video musicali, il cantante britannico «odiava» il proprio corpo, che ha poi invece imparato ad apprezzare e ad amare.

Intervistato dall’attrice Sarah Jessica Parker per il V Magazine, il 25enne ha dichiarato: «Durante le riprese dei miei primi video musicali, non mi piaceva il modo in cui apparivo, così provavo ad avere il controllo delle inquadrature della telecamera. Era diventata un po’ un’ossessione. Mi guardavo continuamente allo specchio, mi misuravo il polso, mi pesavo tutti i giorni. Adesso sono arrivato a un punto in cui ho accettato le mie smagliature e mi piaccio così come sono».

Sam, nel giro di un paio di anni, è riuscito a perdere moltissimi chili, grazie a una dieta ferrea e un’intesa attività fisica: prerogativa necessaria per chi come lui ha a che fare quotidianamente con una continua esposizione delle propria immagine.

«Il mio lavoro è molto auto-indulgente. Devo ascoltare la mia voce tutti i giorni e devo scegliere la mia migliore immagine per le locandine dei concerti o per le copertine degli album. Osservo per ore la mia faccia mentre mi truccano o mi acconciano per esempio».

I problemi di autostima, a volte, tendono a ripresentarsi: «Mi sono un po’ stancato di me, per questo ho deciso di fidarmi del mio team. L’immagine che ho del mio corpo sarà sempre un problema. Dovrei guardare soltanto alcuni film, non osservare alcune pubblicità e non pensare troppo alle dimensioni della mia pancia».

«È un fantasma contro cui lotto tutti i giorni. E penso che gli uomini dovrebbero affrontare maggiormente l’argomento».

Tornare alla home page

CoverMedia