Covid

Sean Penn sul vaccino: «Dovrebbe essere obbligatorio»

Covermedia

11.8.2021 - 13:11

Sean Penn

L’attore è convinto che ci sia un’unico modo per uscire dalla pandemia, ovvero obbligare la popolazione a vaccinarsi.

Covermedia

11.8.2021 - 13:11

Sean Penn ha le idee chiare in materia sanitaria e sulla recente pandemia.

Per l’attore non esistono mezze misure e il vaccino va reso obbligatorio.

Questa la vision emersa nell’intervista rilasciata a Yahoo! Entertainment, dove ha tracciato un parallelismo tra vaccinazione e limiti di velocità imposti dal codice stradale.

«La mia profonda convinzione personalmente è che questi (vaccini) non sono diversi dal dover rispettare tutti le 100 miglia all’ora (160 km/ora) in auto», ha spiegato la star di «Milk».

«Questa è una di quelle cose che dovrebbero essere obbligatorie. Eccetto per rarissime eccezioni con patologie mediche particolari».

Penn ha già supportato in passato il sistema sanitario: l’anno scorso ha fornito test gratuiti per il coronavirus durante le proteste dei Black Lives Matter attraverso sua società senza scopo di lucro, chiamata Community Organized Relief Effort (CORE).

A luglio, il 60enne si è rifiutato di tornare sul set della serie tv «Gaslit» poiché non tutta la troupe era vaccinata.

Anche Matt Damon ha detto la sua sull’argomento durante la promozione del nuovo film «La ragazza di Stillwater», schierandosi dalla parte dei sostenitori del vaccino.

«È una scelta personale. Questa è la bellezza dell'America, è un paese libero. E nessuno di noi lo cambierebbe. Ma io do fiducia alla scienza più di qualcosa che leggo su Facebook».

Covermedia