Dopo l’aneurisma cerebrale Sharon Stone: «Ecco cosa rischio se non dormo per otto ore di fila»

Covermedia

6.10.2023 - 09:30

Sharon Stone
Sharon Stone

La star di Hollywood torna a parlare delle conseguenze dell’aneurisma cerebrale, da cui fu colpita nel 2001.

6.10.2023 - 09:30

Sharon Stone deve dormire ininterrottamente per otto ore tutte le notti per evitare di avere delle crisi epilettiche.

A rivelarlo è stata la stessa star di Hollywood, a cui venne dato l’1% di probabilità di sopravviveva dopo l’aneurisma cerebrale da cui fu colpita nel 2001. Da allora, l’attrice 65enne, assume dei farmaci per il cervello ogni sera prima di andare a dormire.

Parlando con People, Sharon ha inoltre rivelato di aver perso molte opportunità lavorative proprio per il problema del sonno. 

«Ho bisogno di otto ore di sonno ininterrotto affinché i miei farmaci per il cervello funzionino, in modo da non avere crisi epilettiche. Ho una disabilità, e per questo non vengo facilmente ingaggiata oggi. Queste sono le cose con cui ho avuto a che fare negli ultimi 22 anni, e ora ne parlo apertamente», ha affermato la diva di «Basic Instinct».

Esperienza di quasi morte

Con il passare del tempo, Sharon è riuscita a parlare pubblicamente dell’esperienza di quasi morte. Per molto tempo, tuttavia, non è stato così: «Ho finto per tanto tempo di stare bene».

Durante la convalescenza, Sharon «balbettava», e non vedeva correttamente, oltre ad aver sofferto per un lungo periodo di perdite della memoria. Come se non bastasse, nello stesso periodo, arrivò la crisi matrimoniale con l’ex Phil Bronstein e la perdita della custodia del figlio adottivo Roan.

«Ho perso tutto. Ho perso tutti i miei soldi. Ho perso la custodia di mio figlio. Ho perso la mia carriera. Ho perso tutte quelle cose che definiscono la tua vera identità, la tua vita».

«Non ho mai recuperato la maggior parte di tutto ciò», ha aggiunto. «Ma ho raggiunto un momento in cui penso che va bene così, in cui riconosco di essere abbastanza».

Covermedia