Susan Sarandon: «Hillary Clinton? Un pericolo per l’America»

CoverMedia

1.12.2017 - 12:56

Covermedia

L’attrice ribadisce la sua posizione contro l’ex First Lady: «Peggio di Trump».

Se fosse stata eletta presidente, Hillary Clinton sarebbe stata un vero e proprio «pericolo» per gli Stati Uniti, parola di Susan Sarandon.

L’attrice non è mai stata una sostenitrice dell’ex first Lady, da lei osteggiata già in occasione della campagna per le elezioni presidenziali del 2016, in cui è stata nettamente battuta dal repubblicano Donald Trump.

La star di «Thelma & Louise» - che durante le primarie del partito democratico ha sostenuto Bernie Sanders -, ha ribadito la sua posizione sulle pagine del The Guardian: «Se ho detto che Hillary sarebbe stata più pericolosa di Trump? Non esattamente, ma non mi dispiace questa affermazione. Penso che sarebbe stata molto, molto pericolosa. Sarebbe stata una minaccia per l’ambiente, saremmo di nuovo in guerra. Non sarebbe stata così buona. Guardate cosa è successo sotto il governo Obama che non abbiamo notato. Lei avrebbe fatto quello che ha fatto lui, in maniera subdola».

Per le sue affermazioni, Susan è stata presa di mira dai suoi stessi fan sui social, che non le hanno risparmiato insulti e minacce.

«Ho ricevuto dalla gente di Hillary messaggi del tipo: “Spero ti spacchino la f***”. “Spero che qualcuno ti stupri”. Attacchi misogini - ha ricordato la Sarandon -. Recentemente ho detto di essere dalla parte dei Sognatori (riferendosi ai bambini rifugiati presenti negli Stati Uniti e a cui Trump vorrebbe revocare la cittadinanza, ndr) e da lì è partita una nuova ondata di insulti…dalla Sinistra. Mi hanno detto: “Con quale coraggio!”. “Anche tu sei responsabile di questo”».

Tornare alla home page

CoverMedia