Uma Thurman

Uma Thurman pessimista sul ritorno di «Kill Bill»: «Non lo vedo all’orizzonte»

Covermedia

18.2.2022 - 09:40

Uma Thurman

Ancora in alto mare la produzione del terzo capitolo della saga diretta da Quentin Tarantino.

Covermedia

18.2.2022 - 09:40

Uma Thurman raffredda l’entusiasmo degli appassionati di «Kill Bill».

Secondo l’attrice, il terzo capitolo della saga, diretta da Quentin Tarantino, è di difficile realizzazione, almeno nell’immediato.

Intervistata sulla possibilità che il terzo film venga girato nel breve termine, la star ha così riposto durante il Jess Cagle Show di SiriusXM: «Ci sono state delle discussioni al riguardo».

Tuttavia tali discussioni risalgono a molto tempo fa e dunque non ci sono grandi novità su un possibile avvio delle riprese. «Non lo vedo all’orizzonte», ha aggiunto l'attrice. «Odio deludere le persone. Tutti desiderano questo film, ma non vedo la sua realizzazione imminente».

Uma ha interpretato il personaggio della Sposa, nei due film realizzati tra il 2003 e il 2004.

Tarantino meno pessimista

Lo scorso anno, Tarantino era sembrato maggiormente ottimista parlando di «Kill Bill». In un’intervista con Joe Rogan, il regista dichiarò di avere pensato anche a un ruolo per Maya Hawke, la figlia di Uma.

«Credo si tratterebbe di rivisitare i personaggi a vent'anni di distanza, immaginando la Sposa con sua figlia, Bebe, dopo 20 anni di pace, che viene poi spezzata. Bebe e la Sposa devono fuggire e la sola idea di scritturare Uma e sua figlia Maya sarebbe fo**utamente eccitante», ha detto Tarantino.

Covermedia