«Rust»

Un video mostra Baldwin subito prima dello sparo letale sul set

SDA

26.4.2022 - 17:59

Un nuovo video diffuso dalla polizia del New Mexico mostra l'attore Alec Baldwin che impugna una pistola e la punta verso la macchina da presa pochi istanti prima dello sparo fatale che lo scorso ottobre ha ucciso la direttrice della cinematografia Halyna Hutchins e ferito gravemente il regista del film Joel Souza.

SDA

26.4.2022 - 17:59

Il video è stato diffuso dallo sceriffo della contea di Santa Fe come parte dell'inchiesta sulla sparatoria che ha funestato il set del western «Rust».

Baldwin ha sempre affermato di non esser stato a conoscenza che nella pistola c'erano pallottole vere e di non aver premuto il grilletto: il colpo sarebbe partito per un malfunzionamento dell'arma.

Il video mostra Baldwin in costume da cowboy seduto sulla panca di una chiesa. A un certo punto l'attore mette una mano in tasca e estrae la pistola che poi punta verso chi sta facendo le riprese. Baldwin ripete la scena una seconda volta.

Baldwin voleva armi vere sul set

L'ufficio dello sceriffo ha diffuso un secondo video in cui Souza parla con gli investigatori al pronto soccorso dopo esser stato ferito. Il regista dice che la specialista in armi Hannah Gutierrez-Reid consegnò la pistola a un attore dicendo, a sua memoria, che era «fredda» o «pulita», vale a dire che era caricata a salve. «Poi però c'è stato un 'bang' molto più forte di quanto avessi mai sentito da un'arma sicura prima di allora», ha detto il regista.

Tra i materiali di nuova pubblicazione c'è poi un sms del propmaster Seth Zachary in cui si afferma che la Gutierrez Reid non ha mai voluto usare armi vere sul set, andando contro la volontà di Baldwin: «Lui voleva che tutto fosse vero. Coltelli veri, pistola vera».

La scorsa settimana le autorità del New Mexico hanno multato i produttori di «Rust» per oltre 136 mila dollari sostenendo che sul set non erano stati seguiti regolari standard di sicurezza. L'inchiesta della polizia non è ancora conclusa ma ieri l'Ufficio dello Sceriffo ne ha depositata una prima parte presso la procura che, a fine indagini, deciderà sulle incriminazioni.

SDA