Versace contro la serie tv: «È pura finzione»

CoverMedia

9.1.2018 - 11:12

Covermedia

La famiglia dello stilista assassinato a Miami nel 1997 dichiara: «Non è stata autorizzata».

A pochi giorni dalla sua release, «The Assassination of Gianni Versace» ha già raccolto le prime critiche «eccellenti».

«La famiglia non ha autorizzato né ha avuto alcun coinvolgimento nella serie televisiva dedicata alla morte di Gianni», cita una nota pubblicata dall’Ansa e rilasciata dal porta voce della maison milanese.

«Dato che Versace non ha autorizzato il libro da cui è parzialmente tratta, e non ha preso parte alla stesura della sceneggiatura, questa serie televisiva deve essere considerata un'opera di finzione».

La serie di Ryan Murphy intitolata «American Crime Story, The Assassination of Gianni Versace» andrà in onda Italia a partire dal 19 gennaio come esclusiva Sky e vanta nel cast Penelope Cruz nei panni della pluri-premiata designer Donatella Versace, Edgar Ramirez nel ruolo di Gianni Versace e Ricky Martin in quello di Antonio D'Amico, compagno dello stilista.

In occasione della serie tv, l’emittente americana rende omaggio allo stilista anche con una serie di video interviste in esclusiva: fra cui quella con il giornalista Tony di Corcia, autore della biografia «Lo stilista dal cuore elegante».

Tornare alla home page

CoverMedia