Yari Carrisi e l’augurio di morte alla d’Urso: «Era riferito al programma tv»

CoverMedia

22.4.2020 - 11:12

Source: Covermedia

Il compositore non si pente del minaccioso post pubblicato contro Barbara d’Urso, ma specifica che è riferito al format tv e non alla persona.

L’ultimo post di Yari Carrisi contro Barbara d’Urso ha lascito di stucco tantissimi utenti e creato una tormenta nel web.

Martedì, nel giorno del suo compleanno, il figlio di Albano e Romina Power ha postato sui suoi canali social una minaccia choc rivolta alla conduttrice Mediaset, scrivendo: «Barbara Durso deve morire».

Inspiegabile affermazione, che cita il nome della conduttrice scritto in maniera errata e si è aggiudicato l’ira dei moltissimi fan di Barbara.

Nonostante l’indignazione dei follower e l’incomprensione generale Yari non ha finora spiegato le sue motivazioni, e replica senza problemi a chi gli suggerisce di vergognarsi.

«Vergognati tu! Il male va sempre combattuto e abolito», afferma Yari

Aggiungendo: «Non auguro il male a una persona, ma il bene all’umanità».

In seguito, il figlio di Albano e Romina ha pubblicato un altro messaggio e aggiustato un po’ il tiro.

«È ovvio che mi riferisco al programma e non alla persona», scrive Carrisi, senza scusarsi con la d’Urso.

«Il tipo di show che non aiuta a vivere meglio ma è cattivo e ignorante e si approfitta della gente e delle sue sventure, va relegato al passato. Da anni si è propagato in tutte le case d'Italia come un virus ed è ora di chiudere il flusso negativo che emana. Non è mai stata mia intenzione augurare la morte a nessuno, ma augurarmi/ci la fine di un programma che ritengo dannoso».

Tornare alla home page

CoverMedia