Discesa, la finale

Lara Gut-Behrami conquista il terzo posto: «Ho fatto correre gli sci»

bfi

15.3.2023

Lara Gut-Behrami al traguardo di El tarter, in Andorra
Lara Gut-Behrami al traguardo di El tarter, in Andorra
KEYSTONE

Lara Gut-Behrami si assicura un podio in discesa nell'ultima occasione stagionale. La ticinese si è classificata terza nella finale di Coppa del Mondo a Soldeu, in Andorra. Davanti a tutti, Ika Stuhec.

bfi

15.3.2023

Nell'ultima discesa della stagione lka Stuhec ha messo in pista una gara straordinaria, infliggendo distacchi notevoli a tutte le altre. La slovena infatti, ha vinto con mezzo secondo di vantaggio sull'italiana Sofia Goggia, che si era già assicurata la quarta vittoria nella classifica della disciplina.

La ticinese Lara Gut-Behrami ha perso 'solo' 81 centesimi rispetto alla campionessa del mondo nel 2017 e 2019, conquistando un ottimo terzo posto, che equivale al miglior risultato stagionale in discesa. Prima di oggi la 31enne aveva strappato un quarto posto, a gennaio, nella seconda gara di Cortina d'Ampezzo.

Lara Gut-Behrami: «Sono riuscita a liberare gli sci»

AI microfoni della RSI, la ticinese si è detta contenta di essere finalmente «riuscita a liberare gli sci e farli correre» per conquistare un podio in discesa in questa stagione. 

«Non era facile, la pista si è segnata tanto - ha aggiunto la 31enne. - Non è stata una gara perfetta, ma sono riuscita ad essere libera. Forse sono sempre troppo pretenziosa nei mie confronti, penso che potrei sempre fare meglio». 

Guardando alla classifica di discesa, mancavano solo 40 punti a Lara per centrare il terzo posto. «Non lo avrei mai detto ad inizio stagione».

La Gut-Behrami conclude dicendo che deve provare «ad essere più rilassata, cercando di ricordarselo per la prossima stagione». «Osare di più, forse è quello che mi è mancato in stagione quest'anno». 

blue Sport

Prestazioni alterne per le altre sei concorrenti svizzere: Corinne Suter ha chiuso 13a sulla pista di Soldeu, assicurandosi il terzo posto nella classifica di specialità. Lontane Joana Hählen, Jasmin Suter, Michelle Gisin, Priska Nufer. Convincente la prestazione della giovanissima Stefanie Grob, campionessa del mondo juniores, giunta 22esima.